domenica 11 dicembre | 07:55
pubblicato il 10/ago/2011 15:56

Milano, infiltrazioni di pioggia a Brera: a rischio un Raffaello

Uil Bac:"Ora lavori urgenti,da Galan basta balle su Grande Brera"

Milano, infiltrazioni di pioggia a Brera: a rischio un Raffaello

Roma, 10 ago. (askanews) - Quando a Milano piove non si rischia solo lo straripamento del Seveso o le cantine allagate, ma evidentemente anche che inestimabili patrimoni artistici, pur custoditi al chiuso in prestigiosi musei, vengano gravemente danneggiati. quanto è successo infatti alla Pinacoteca di Brera, dove lo scorso 11 giugno per un forte temporale da una vecchia crepa sul loggiato del museo è iniziata a fuoriuscire acqua a fiotti, che poi si è infiltrata nel pavimento e ha raggiunto e bagnato la parete interna su cui è esposto il capolavoro di Raffaello 'Lo sposalizio della Vergine'. "Uno scandalo finora tenuto nascosto dalla Soprintendenza di Milano e dallo stesso Ministero", dice oggi la Uil Beni culturali, che ha denunciato l'accaduto e diffuso fotografie e un video che mostra la paradossale fontanella naturale sul loggiato della Pinacoteca. Vista la situazione i custodi, racconta ancora la Uil Bac, si sono a quel punto precipitari ad avvisare la soprintendente Sandrina Bandera che a sua volta ha avvisato un funzionario del museo (Emanuela Daffra) che ha valutato che, pur essendosi fermata l'infiltrazione (aveva smesso di piovere) fosse necessario rimuovere il dipinto di Raffaello. Contattato la ditta esterna che si occupa di spostare dipinti di grandi dimensioni e concordato l'intervento per la mattina successiva, la Daffra con l'aiuto dei custodi ha provveduto quindi a riparare con un telo il dipinto. La domenica mattina, alla presenza di Daffra, Bandera e della restauratrice Paola Borghese, il dipinto è stato rimosso e collocato provvisoriamente in un deposito interno nella sala XXIII, dove è rimasto per una settimana. Durante questo periodo il dipinto era visibile, ma da lontano. Il quadro è stato ricollocato lunedì 20 giugno nella sala XXIV, non più sulla parete 8, ma su un pannello espositivo provvisorio. "Il problema delle infiltrazioni a Brera è frequente, tanto che nel corso degli ultimi cinque anni con vari interventi per somma urgenza la Soprintendenza è intervenuta più volte per risolvere situazioni di infiltrazioni acqua - continua la Uil - ma le infiltrazioni potevano essere evitate con la semplice manutenzione ordinaria programmata se solo si pensasse a finanziare le manutenzioni necessarie al mantenimento dello stabile e dei vari impianti che lo compongono". "Lo stabile necessita di una manutenzione straordinaria urgente per quanto riguarda le coperture in quanto continuano a produrre serie infiltrazioni d'acqua nei vari istituti. Ora però diciamo basta: non si può continuare a prendere in giro Milano con le dichiarazioni sulla Grande Brera. Il ministro Galan - propone la Uil Bac - deve subito istituire con un semplice decreto la Soprintendenza speciale di Milano, che ricomprenda la Pinacoteca di Brera ed il Cenacolo Vinciano, e nella quale possono entrare il Comune, le Fondazioni e gli stessi privati senza cedere a nessuno i beni che sono e devono rimanere pubblici. Così si potrebbero recuperare quasi 2 milioni di euro l'anno per fare i lavori urgenti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina