martedì 21 febbraio | 22:50
pubblicato il 26/apr/2014 12:00

Migranti, continua senza sosta l'ondata di sbarchi in Sicilia

In 24 ore arrivati sull'isola oltre 2.000 persone, 20 neonati

Migranti, continua senza sosta l'ondata di sbarchi in Sicilia

Palermo, 26 apr. (askanews) - Continua senza tregua in Sicilia l'ondata di migranti provenienti dal nord Africa. Nelle ultime 24 ore, le navi impegnate nell'operazione "Mare Nostrum" hanno soccorso oltre duemila persone. Stamani al porto d'Augusta è arrivata la nave San Giorgio che aveva preso a bordo oltre 1.000 migranti intercettati nel Canale di Sicilia. Tra gli extracomunitari c'erano circa 200 donne e 230 bambini, 14 dei quali appena nati. Intanto, gli agenti della questura di Ragusa hanno fermato un marocchino e un tunisino, ritenuti gli scafisti dell'imbarcazione soccorsa al largo del Canale di Sicilia con 411 persone tra siriani, pakistani, marocchini, nigeriani, bangladesi e ghanesi a bordo. I migranti, tra cui 58 donne e 112 minori, 20 dei quali neonati, sono stati trasbordati su una nave militare e portati nel porto di Pozzallo.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Roma
Fiumicino "si offre" per stadio Roma: 'Qui tutto ciò che serve'
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione Ros contro cosca Piromalli: 12 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia