martedì 21 febbraio | 06:34
pubblicato il 10/ott/2014 18:05

Migliaia di studenti in piazza contro riforma scuola e Jobs act

Manifestazioni in oltre 60 città italiane

Migliaia di studenti in piazza contro riforma scuola e Jobs act

Milano (askanews) - Oltre 80mila studenti sono scesi in piazza in tutta Italia per protestare contro il Jobs Act e la riforma della scuola del governo Renzi. Le manifestazioni si sono svolte in una sessantina di città italiane, dalla Sicilia alla Lombardia. "Non tagliateci il futuro" hanno chiesto i ragazzi sfilando pacificamente nelle piazze per la mobilitazione ribattezzata dagli organizzatori "La Grande Bellezza siamo noi".

L'obiettivo dell'iniziativa di protesta è riportare l'attenzione mediatica e pubblica sui temi di scuola, università e ricerca, così da garantire e rilanciare il diritto allo studio e il libero accesso alla cultura per valorizzare proprio quella Grande Bellezza che da tempo è stata dimenticata.

La manifestazione più affollata è stata quella che si è svolta a Roma, con circa 20mila studenti secondo gli organizzatori. Alla fine del corteo è stata organizzata un'assemblea pubblica davanti al ministero dell'Istruzione.

Gli articoli più letti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Salute
Infarto, 1 struttura sanitaria su 2 non ripetta volumi ministero
Campidoglio
Roma, Grillo a Raggi: decidete voi e non fatevi influenzare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia