lunedì 23 gennaio | 14:31
pubblicato il 27/giu/2013 14:15

Miccoli in lacrime: chiedo scusa a Palermo e a famiglia Falcone

Calciatore parla delle intercettazioni e delle frasi sul giudice

Miccoli in lacrime: chiedo scusa a Palermo e a famiglia Falcone

Milano, (askanews) - Chiede scusa a tutti Fabrizio Miccoli, si commuove e piange. Il calciatore ha convocato una conferenza stampa per chiarire la sua posizione dopo la bufera mediatica scatenata da alcune sue frasi emerse da alcune intercettazioni telefoniche con un amico, figlio di un boss mafioso. Quella che ha fatto più scalpore è una considerazione su Giovanni Falcone. Per questo Miccoli ha contattato la sorella del magistrato ucciso dalla mafia per chiederle scusa" Ho già contattato la signora, che mi ha detto delle bellissimeparole - ha dichiarato Miccoli - Mi ha detto che bastava chiedere scusa a tutta la cittàperché fossero accettate le mie scuse".Miccoli, bandiera e capitano del Palermo, dalla prossima stagione non giocherà più con i rosanero.

Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Samsung: incidenti del Galaxy Note 7 causati da batteria
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4