martedì 21 febbraio | 11:10
pubblicato il 27/giu/2013 14:15

Miccoli in lacrime: chiedo scusa a Palermo e a famiglia Falcone

Calciatore parla delle intercettazioni e delle frasi sul giudice

Miccoli in lacrime: chiedo scusa a Palermo e a famiglia Falcone

Milano, (askanews) - Chiede scusa a tutti Fabrizio Miccoli, si commuove e piange. Il calciatore ha convocato una conferenza stampa per chiarire la sua posizione dopo la bufera mediatica scatenata da alcune sue frasi emerse da alcune intercettazioni telefoniche con un amico, figlio di un boss mafioso. Quella che ha fatto più scalpore è una considerazione su Giovanni Falcone. Per questo Miccoli ha contattato la sorella del magistrato ucciso dalla mafia per chiederle scusa" Ho già contattato la signora, che mi ha detto delle bellissimeparole - ha dichiarato Miccoli - Mi ha detto che bastava chiedere scusa a tutta la cittàperché fossero accettate le mie scuse".Miccoli, bandiera e capitano del Palermo, dalla prossima stagione non giocherà più con i rosanero.

Gli articoli più letti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Salute
Infarto, 1 struttura sanitaria su 2 non ripetta volumi ministero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia