sabato 10 dicembre | 00:40
pubblicato il 27/giu/2013 14:15

Miccoli in lacrime: chiedo scusa a Palermo e a famiglia Falcone

Calciatore parla delle intercettazioni e delle frasi sul giudice

Miccoli in lacrime: chiedo scusa a Palermo e a famiglia Falcone

Milano, (askanews) - Chiede scusa a tutti Fabrizio Miccoli, si commuove e piange. Il calciatore ha convocato una conferenza stampa per chiarire la sua posizione dopo la bufera mediatica scatenata da alcune sue frasi emerse da alcune intercettazioni telefoniche con un amico, figlio di un boss mafioso. Quella che ha fatto più scalpore è una considerazione su Giovanni Falcone. Per questo Miccoli ha contattato la sorella del magistrato ucciso dalla mafia per chiederle scusa" Ho già contattato la signora, che mi ha detto delle bellissimeparole - ha dichiarato Miccoli - Mi ha detto che bastava chiedere scusa a tutta la cittàperché fossero accettate le mie scuse".Miccoli, bandiera e capitano del Palermo, dalla prossima stagione non giocherà più con i rosanero.

Gli articoli più letti
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Roma
Trovato a Roma cadavere,potrebbe essere giovane cinese scomparsa
Immigrati
Papa: nel presepe rivediamo dramma dei migranti sui barconi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina