martedì 17 gennaio | 10:52
pubblicato il 16/dic/2011 13:55

Messina Denaro, quando la bara del latitante spuntò in Paese

Il video del 1998 sulla morte di Don Ciccio, padre di Matteo

Messina Denaro, quando la bara del latitante spuntò in Paese

Castelvetrano, (askanews) - Una bara scortata in una strada di Castelvetrano, provincia di Trapani: dentro c'è una salma vestita di tutto punto. Siamo nel 1998 e questa è l'immagine che fotografa la potenza dei Messina Denaro, rispuntata nel giorno degli arresti di 11 fiancheggiatori del boss latitante. In quella bara c'è il capo del mandamento di Castelvetrano ai tempi, Don Ciccio Messina Denaro, padre di Matteo: era latitante insieme con il figlio da 5 anni quando un attacco cardiaco lo uccise. La sua salma invece di esser seppellita nell'anonimato venne fatta ritrovare nel centro del Paese, come se il suo potere travalicasse la morte, in una sorta di atto di sfida alle autorità.

Gli articoli più letti
Corruzione
Latina, appalti truccati: 10 arresti tra cui sindaco di Sperlonga
Napoli
Napoli, scoppia un impianto a gas: un morto e 7 feriti, 5 gravi
Cybercrime
Cybercrime, Giulio e Francesca Occhionero restano in carcere
Bancarotta
Bancarotta, a Reggio Calabria 7 ordinanze cautelari
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello