martedì 21 febbraio | 16:00
pubblicato il 16/dic/2011 13:55

Messina Denaro, quando la bara del latitante spuntò in Paese

Il video del 1998 sulla morte di Don Ciccio, padre di Matteo

Messina Denaro, quando la bara del latitante spuntò in Paese

Castelvetrano, (askanews) - Una bara scortata in una strada di Castelvetrano, provincia di Trapani: dentro c'è una salma vestita di tutto punto. Siamo nel 1998 e questa è l'immagine che fotografa la potenza dei Messina Denaro, rispuntata nel giorno degli arresti di 11 fiancheggiatori del boss latitante. In quella bara c'è il capo del mandamento di Castelvetrano ai tempi, Don Ciccio Messina Denaro, padre di Matteo: era latitante insieme con il figlio da 5 anni quando un attacco cardiaco lo uccise. La sua salma invece di esser seppellita nell'anonimato venne fatta ritrovare nel centro del Paese, come se il suo potere travalicasse la morte, in una sorta di atto di sfida alle autorità.

Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione Ros contro cosca Piromalli: 12 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia