giovedì 08 dicembre | 23:58
pubblicato il 16/dic/2011 13:55

Messina Denaro, quando la bara del latitante spuntò in Paese

Il video del 1998 sulla morte di Don Ciccio, padre di Matteo

Messina Denaro, quando la bara del latitante spuntò in Paese

Castelvetrano, (askanews) - Una bara scortata in una strada di Castelvetrano, provincia di Trapani: dentro c'è una salma vestita di tutto punto. Siamo nel 1998 e questa è l'immagine che fotografa la potenza dei Messina Denaro, rispuntata nel giorno degli arresti di 11 fiancheggiatori del boss latitante. In quella bara c'è il capo del mandamento di Castelvetrano ai tempi, Don Ciccio Messina Denaro, padre di Matteo: era latitante insieme con il figlio da 5 anni quando un attacco cardiaco lo uccise. La sua salma invece di esser seppellita nell'anonimato venne fatta ritrovare nel centro del Paese, come se il suo potere travalicasse la morte, in una sorta di atto di sfida alle autorità.

Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni