mercoledì 07 dicembre | 10:47
pubblicato il 11/ott/2011 09:54

Meredith/ Lumumba al Daily Mail: Amanda è un'attrice fantastica

"Lacrime di coccodrillo" alla lettura del verdetto di assoluzione

Meredith/ Lumumba al Daily Mail: Amanda è un'attrice fantastica

Roma, 11 ott. (askanews) - Le lacrime di Amanda Knox alla lettura del verdetto di assoluzione per l'omicidio di Meredith Kercher sono "lacrime di coccodrillo", facevano parte di una "strategia difensiva". Parola di Patrick Lumumba, accusato in un primo tempo da Amanda di essere l'omicida della studentessa inglese uccisa nel novembre 2007 a Perugia. "Sono furioso. Quando ho sentito il verdetto sono rimasto scioccato per la povera Meredith - ha detto Lumumba in un'intervista telefonica concessa al Daily Mail dalla Polonia - ho sempre detto che Amanda è un'attrice fantastica e lo sarà sempre per me. Ho trascorso due settimane in carcere per qualcosa che non avevo fatto, solo perchè Amanda disse che ero l'assassino. Non dimenticherò mai il momento in cui la polizia mi portò via. Meredith è stata la prima vittima e io la seconda. A causa delle sue dichiarazioni ho perso il lavoro e ora non ho niente, solo la mia famiglia, che la cosa più importante per me". Amanda Knox e Raffaele Sollecito sono stati assolti la scorsa settima dall'accusa di aver ucciso Meredith Kercher; Amanda è stata però riconosciuta colpevole di calunnia contro Lumumba. Lumumba sottolinea come Amanda non gli abbia mai chiesto scusa: "Quello che ho trovato sconvolgente è vedere il cappellano del carcere sostenere Amanda, dichiararne l'innocenza, ma mai incoraggiarla a chiedermi scusa. E la Chiesa insegna il perdono. Il cappellano ha detto che è 'Amanda l'Angelo', ma lei non mi ha mai chiesto scusa per quanto mi ha fatto. Le sue bugie non hanno colpito solo me, ma anche la mia famiglia, e dopo il mio arresto anche la mia attività lavorativa, perchè, sebbene ne fossi uscito pulito, i clienti non venivano più a causa della cattiva pubblicità". A Perugia Lumumba gestiva il locale Le Chic, frequentato da studenti: "Ho dovuto chiudere il locale, licenziare il personale e ora non ho un lavoro, a parte qualche serata nei locali come deejay". Il quotidiano inglese ha raggiunto Lumumba in Polonia, nella casa della moglie polacca Alexandra Beata.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Droga
Frosinone, blitz antidroga di Polizia e Carabinieri: 50 arresti
Papa
Il papa: le chiese siano oasi di bellezza in periferie degradate
Camorra
Controllo piazze spaccio nel Salernitano: 21 ordinanze cautelari
Papa
Papa: terrorismo ammala e deforma religione, non c'è Dio di odio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni