domenica 26 febbraio | 23:16
pubblicato il 03/ott/2011 10:50

Meredith/ Amanda Knox: Voglio tornare a casa, sono innocente

"Io e Raffaele meritiamo la libertà"

Meredith/ Amanda Knox: Voglio tornare a casa, sono innocente

Roma, 3 ott. (askanews) - "Io voglio tornare a casa, alla mia vita. Io non voglio essere punita, privata della mia vita e del mio futuro per qualcosa che non ho fatto. Perchè io sono innocente". Lo ha ribadito, visibilmente commossa e con la voce a tratti tremante, Amanda Knox, davanti ai giudici della Corte d'Appello di Perugia. "Noi (riferendosi anche a Raffeale Sollecito, ndr) meritiamo la libertà perché non abbiamo mai fatto qualcosa per non meritarla", ha aggiunto durante le dichiarazioni spontanee la studentessa di Seattle condannata in primo grado a 26 anni di carcere per l'omicidio di Meredith Kercher.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech