sabato 25 febbraio | 15:40
pubblicato il 30/gen/2014 15:48

Meno animali in casa forse per la crisi, più amato resta Fido

Eurispes: italiani contro vivisezione, pellicce, caccia e circhi

Meno animali in casa forse per la crisi, più amato resta Fido

Roma, (askanews) - Quattro italiani su 10 vivono con un animale, ma forse per effetto della crisi è diminuito il numero di chi tiene un animale in casa, e il più amato resta Fido. Gli italiani in generale sono comunque animalisti: contrari alla vivisezione, alle pellicce, ai circhi e alla caccia. E' il quadro tracciato dall'Eurispes nel Rapporto Italia 2014.Il migliore amico dell'uomo è in testa alla classifica: il 53,7% degli italiani ha "Fido" in famiglia. Segue nella lista degli animali preferiti il gatto (45,8%). Non solo in casa, la maggior parte degli italiani vorrebbe portare con sè, in vacanza e negli alberghi, il proprio animale.Cresce anche, un po' per salute, un po' per rispetto degli animali, il popolo dei vegetariani. Infine, la maggioranza degli italiani è favorevole ad equiparare cavalli ed asini agli animali da affezione per impedirne la macellazione.

Gli articoli più letti
Salute
A Giulio Maira il premio Raffaele Marinosci per la Medicina
Cucchi
Cucchi: sospesi da servizio tre carabinieri accusati di omicidio
Papa
Papa: rischiamo una grande guerra mondiale per l'acqua
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech