sabato 25 febbraio | 16:47
pubblicato il 06/feb/2014 12:09

Mediatrade: Ghedini-Dinacci, incredibile nuova accusa dopo 10 anni

(ASCA) - Milano, 6 feb 2014 - ''La decisione della Procura di Milano di contestare a tutti i soggetti interessati l'aggravante transnazionale nel processo cosiddetto Mediatrade dopo quasi 10 anni di indagini e di dibattimento poco prima della decisione finale e proprio il giorno in cui Pier Silvio Berlusconi era presente per rendere l'esame, appare davvero straordinaria''. Cosi' Niccolo' Ghedini e l'avvocato Filippo Dinacci, difensori di Pier Silvio Berlusconi al processo Mediatrade, polemizzano con la decisione della pubblica accusa di contestare al vicepresidente di Mediaset e ad altri imputati pe frode fiscale l'aggravante della transnazionalita'. Per il pool di legali che difende il numero due del Biscione, e' questa ''una contestazione totalmente destituita di ogni fondamento in fatto e in diritto. E' davvero incredibile - lamentano ancora i due avvocati - poter ritenere tale ipotesi quando e' gia' ampiamente comprovata in atti la totale estraneita' di Pier Silvio Berlusconi che sulle stesse accuse e' gia' stato ampiamente assolto perche' il fatto non sussiste dal Tribunale di Roma con decisione confermata dalla Corte di Cassazione''.

com-fcz/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech