venerdì 02 dicembre | 19:37
pubblicato il 11/apr/2011 05:10

Mediaset/ Oggi Berlusconi per prima volta in aula. E senza tv

Sarà revocata contumacia. Battaglia su riduzione testimoni

Mediaset/ Oggi Berlusconi per prima volta in aula. E senza tv

Milano, 11 apr. (askanews) - Stamattina per la prima volta Silvio Berlusconi si presenterà davanti ai giudici del processo sui presunti fondi neri relativi ai diritti tv di Mediaset, dove è imputato di frode fiscale. Il collegio della quarta sezione penale del Tribunale di Milano presieduto da Edoardo D'Avossa revocherà la contumacia. Fin qui infatti Berlusconi non aveva mai partecipato all'udienza e aveva disertato al pari degli altri 11 imputati l'appuntamento con l'interrogatorio. Il premier, stando a quanto si apprende, oggi non renderà dichiarazioni spontanee. Berlusconi, seduto accanto ai suoi avvocati Piero Longo e Niccolò Ghedini, si limiterà a essere presente in un'udienza in cui per la prima volta non ci saranno le telecamere. Non sono stati i giudici del processo a deciderlo, ma il procuratore generale Manlio Minale che, in qualità di responsabile della sicurezza del palazzo di giustizia, ha revocato tutti i permessi a fotografi e cineoperatori, come era già accaduto in relazione al processo Ruby il 6 aprile scorso. Il programma di oggi prevede la deposizione di alcuni testi e la discussione sull'eventuale riduzione delle liste dei testimoni delle difese che era stata auspicata dal presidente D'Avossa il 28 febbraio scorso alla ripresa del processo dopo la lunga sospensione in attesa della scelta della Corte Costituzionale sulla norma del legittimo impedimento. I legali del premier avevano prodotto una memoria in cui dicevano di no al taglio dei testimoni perchè ciò avverrebbe in violazione dell'esercizio del diritto di difesa. Ghedini e Longo ricordavano di aver già scremato in passato la loro lista testi di 15 persone e di non poter operare tagli ulteriori. La lista attualmente prevede 78 testi oltre a 5 consulenti. Oggi se ne discuterà e i giudici con ogni probabilità si riserveranno la decisione fino alla prossima udienza che potrebbe essere fissata per il 18 aprile, un lunedì, la giornata per la quale il premier ha dato la sua disponibilità a essere presente ai processi in cui è imputato e anche l'unico giorno in cui il presidente D'Avossa trasferito nel frattempo a La Spezia è "applicato" nel vecchio incarico a Milano.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Criminalità
Roma, imprenditore sequestrato e seviziato per usura: 3 arresti
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari