domenica 11 dicembre | 08:00
pubblicato il 25/ott/2011 17:53

Mediaset/ Domani molto probabile legittimo impedimento premier

Berlusconi sarà al consiglio europeo, chiederà rinvio udienza

Mediaset/ Domani molto probabile legittimo impedimento premier

Milano, 25 ott. (askanews) - Rischia fortemente di saltare l'udienza di domani pomeriggio del processo sui diritti tv di Mediaset dove Silvio Berlusconi è imputato di frode fiscale in relazione ai presunti fondi neri del gruppo di cui è azionista di riferimento. Domani infatti il premier sarà alla riunione del consiglio europeo a illustrare le misure anticrisi del governo italiano e chiederà il rinvio dell'udienza programmata per il pomeriggio con un collegamento in videoconferenza con Los Angeles per ascoltare le deposizioni di alcuni manager delle majors statunitensi. La richiesta di rinvio, con allegata la lettera ai giudici della prima sezione penale del Tribunale con cui Berlusconi comunica le modalità del suo impegno istituzionale, non è stata ancora depositata, ma ciò molto probabilmente avverrà domani direttamente in udienza dove saranno presenti i suoi difensori Niccolò Ghedini e Piero Longo. Ieri era stata rinviata l'udienza del processo Mills dove Berlusconi risponde di corruzione in atti giudiziari a causa soprattutto dell'incontro tra il premier e il capo dello Stato Napolitano e in previsione proprio del consiglio europeo di domani che impegnerà l'imputato per l'intera giornata. Sulla richiesta di rinvio dovranno decidere i giudici che nella scorsa udienza avevano negato il legittimo impedimento in riferimento a un incontro con il presidente macedone e a impegni parlamentari dei suoi legali, perchè la data era stata fissata dalle autorità di Montecarlo al fine di ascoltare un testimone. Il precipitare della crisi economica e le sue scadenze potrebbero portare domani a una decisione diversa. In caso di rinvio bisognerà chiedere alle autorità americane di fissare un'altra data per l'udienza via video. Nel processo Mills ieri la risposta da Londra era stata data a stretto giro di posta con la nuova data del 28 novembre.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina