lunedì 05 dicembre | 16:00
pubblicato il 04/ott/2011 18:43

Mazzette in cambio di appalti Trenitalia, 42 indagati

Epicentro a Firenze ma sistema diffuso in altre zone

Mazzette in cambio di appalti Trenitalia, 42 indagati

Mazzette in cambio di appalti truccati: per ottenere dei bandi che rispondessero alle capacità della propria azienda, alcuni imprenditori pagavano funzionari di Trenitalia per commesse su pezzi di ricambio o opere di manutenzione. Il giro di corruzione è stato scoperto dalla Procura di Firenze. 42 le persone sul registro degli indagati, 9 agli arresti in carcere, 7 ai domiciliari. L'epicentro della rete di corruzione, che avveniva in quasi tutte le regioni Italiane, era Firenze.Secondo il procuratore capo della città, Giuseppe Quattrocchi si trattava di un sistema ben oleato e organizzato. Lo stesso amministratore delegato di Trenitalia Mauro Moretti tempo fa aveva detto che nella sede di Rete Ferroviaria Italia di viale Spartaco Lavagnini a Firenze, c'erano dei "cancri". Parole che avrebbero trovato conferma con questa inchiesta. Preoccupanti anche i risvolti sul versante della sicurezza ferroviaria come spiega Lorena La Spina della Polizia Ferroviaria.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari