sabato 25 febbraio | 16:58
pubblicato il 04/ott/2011 18:43

Mazzette in cambio di appalti Trenitalia, 42 indagati

Epicentro a Firenze ma sistema diffuso in altre zone

Mazzette in cambio di appalti Trenitalia, 42 indagati

Mazzette in cambio di appalti truccati: per ottenere dei bandi che rispondessero alle capacità della propria azienda, alcuni imprenditori pagavano funzionari di Trenitalia per commesse su pezzi di ricambio o opere di manutenzione. Il giro di corruzione è stato scoperto dalla Procura di Firenze. 42 le persone sul registro degli indagati, 9 agli arresti in carcere, 7 ai domiciliari. L'epicentro della rete di corruzione, che avveniva in quasi tutte le regioni Italiane, era Firenze.Secondo il procuratore capo della città, Giuseppe Quattrocchi si trattava di un sistema ben oleato e organizzato. Lo stesso amministratore delegato di Trenitalia Mauro Moretti tempo fa aveva detto che nella sede di Rete Ferroviaria Italia di viale Spartaco Lavagnini a Firenze, c'erano dei "cancri". Parole che avrebbero trovato conferma con questa inchiesta. Preoccupanti anche i risvolti sul versante della sicurezza ferroviaria come spiega Lorena La Spina della Polizia Ferroviaria.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech