lunedì 27 febbraio | 04:11
pubblicato il 04/lug/2012 08:23

Maxioperazione anti-corruzione tra Sicilia e il Nord: 54 arresti

In manette anche politici, professionisti e imprenditori

Maxioperazione anti-corruzione tra Sicilia e il Nord: 54 arresti

Palermo, 4 lug. (askanews) - La Guardia di finanza di Gela, in provincia di Caltanissetta, ha eseguito nelle scorse ore 54 ordini di custodia cautelare tra la Sicilia e il resto d'Italia. Tra gli arrestati per associazione a delinquere, fatturazioni false, truffa e corruzione, ci sono anche alcuni esponenti politici, professionisti e imprenditori. Secondo i magistrati, gli indagati avrebbero messo su una vera e propria organizzazione dedita ad un giro di truffe che operava attraverso l'utilizzo di società finanziarie e la creazione di fatture fantasma. Le ordinanze sono state firmate dal gip del tribunale di Gela, Lirio Conti, su richiesta del pm, Lucia Lotti. Ai domiciliari è finito il consigliere comunale nisseno dell'Api, Lorenzo Tricoli, commercialista, ex sindaco di Sommatino, paese di cui l'imputato è originario. Indagati con obbligo di firma, invece, sono un avvocato, e un esponente della sede di Gela di una università privata di Roma.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech