giovedì 08 dicembre | 15:27
pubblicato il 14/giu/2014 12:00

Matacena: torno in Italia perché mia moglie riabbracci figli

Al TG1 "Cedo al ricatto, non posso più esercitare i miei diritti"

Matacena: torno in Italia perché mia moglie riabbracci figli

Roma, 14 giu. (askanews) - "Mi devo arrendere perché devo restituire la madre ai miei figli. Cedo al ricatto, non posso più esercitare i miei diritti, devo rientrare affinché i miei figli si ricongiungano con la loro madre". Lo ha detto al Tg1 Amedeo Matacena , condannato per concorso esterno in associazione mafiosa e al momento latitante a Dubai, dopo che il tribunale del riesame di Reggio Calabria ha rigettato la richiesta di scarcerazione della moglie, Chiara Rizzo. "Tornerò in Italia quando tutto sarà pronto, perché mia moglie deve uscire dal carcere e riabbracciare i suoi figli", ha aggiunto l'ex deputato di Fi.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni