lunedì 23 gennaio | 20:11
pubblicato il 07/set/2011 19:00

Marrazzo/ A gennaio udienza gup per carabinieri e trans Natali

I difensori chiederanno acquisizione video del blitz illegale

Marrazzo/ A gennaio udienza gup per carabinieri e trans Natali

Roma, 7 set. (askanews) - E' prevista per il 10 gennaio prossimo la prima udienza preliminare riguardo il procedimento sul tentativo di ricatto ai danni dell'ex presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo in seguito al blitz illegale del luglio 2009 nel corso del quale l'ex governatore fu trovato in compagnia di una trans. Di fronte al gup Massimo Di Lauro saranno chiamati quattro carabinieri 'infedeli', il viado 'Natali' e altre tre persone (ritenute pusher dagli inquirenti). La Procura di Roma ne chiede il rinvio a giudizio per accuse che vanno, a vario titolo, ed a seconda delle singole posizioni, dall'associazione per delinquere alla detenzione e spaccio di stupefacenti; dall'omessa denuncia al falso, dalla perquisizione arbitraria alla calunnia, dalla rapina alla violazione di domicilio alla violazione della privacy, favoreggiamento. Del reato di omicidio volontario deve rispondere - secondo i pubblici ministeri - l'ex maresciallo Nicola Testini. Al sottufficiale è attribuita la responsabilità della morte di Gianguarino Cafasso. Testini poi, insieme con alcuni suoi colleghi che erano in servizio alla Compagnia Trionfale, Luciano Simeone e Carlo Tagliente - per l'accusa - avrebbero minacciato di gravi conseguenze Marrazzo costringendo così l'ex presidente della Regione Lazio a dargli tre assegni dall'importo complessivo di 20mila euro nonché 5mila euro in contanti. Ai tre militari è attribuita anche la realizzazione del video al centro del ricatto subito dall'ex governatore. Un quarto carabiniere, Antonio Tamburrino, tentò di vendere il filmato a quotidiani, riviste di gossip e televisioni. Nel breve video veniva ripresa anche della cocaina di cui poi gli stessi si impossessavano senza far regolare verbale di sequestro. Del possesso dello stupefacente in questione è accusata la trans che era con Marrazzo, Josè Alexander Vidal Silva, meglio nota come 'Natali'. Il 23 ottobre 2009 Testini e gli altri furono arrestati. Secondo la ricostruzione fatta dal procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo e dal pm Rodolfo Sabelli l'ex presidente della Regione Lazio venne sorpreso da Simeone e Tagliente (il maresciallo Testini era in ferie a Bari) il 3 luglio del 2009. I difensori chiederanno al giudice l'acquisizione del video del blitz che finora hanno potuto solo visionare. "Senza poterlo avere a disposizione i nostri consulenti - è stato spiegato - non possono capire ad esempio se è stato oggetto o meno di montaggio".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Bagnasco
Bagnasco: povertà si allarga. Subito reddito di inclusione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4