giovedì 08 dicembre | 07:50
pubblicato il 16/nov/2013 10:46

Maritain: a 40 anni dalla scomparsa ed a 50 dal Concilio Vaticano II

Maritain: a 40 anni dalla scomparsa ed a 50 dal Concilio Vaticano II

(ASCA) - Roma, 16 nov - Al termine dei lavori del Concilio Vaticano II , il 7 dicembre 1965, Paolo VI consegna a Jacques Maritain, sulla scalinata della basilica di San Pietro, in una fredda ma bella giornata di sole, il messaggio ''agli uomini di pensiero e di scienza'' del mondo, ringraziandolo per il lavoro svolto a servizio della Chiesa, con queste parole: ''La Chiesa le e' riconoscente per il lavoro di tutta la Vostra vita''.

In occasione del 50* anniversario dell'apertura del Concilio Vaticano II, l'Istituto Internazionale Jacques Maritain e la Pontificia Universita' Salesiana avviano una riflessione sull'influenza che il filosofo francese ha esercitato sullo sviluppo dei temi conciliari in generale e di alcuni in particolare: la liberta' religiosa, il dialogo interreligioso, la condanna dell'antisemitismo, il ruolo del laicato cristiano nella societa' e l'apertura della Chiesa al mondo. Papa Paolo VI, grande estimatore ed amico del filosofo francese, lo consulto' piu' volte sulle questioni piu' delicate.

E' conosciuta l'influenza che l'opera di Maritain (tra il 1945 e il 1948 Ambasciatore di Francia a Roma presso la Santa Sede) ebbe sul laicato cattolico italiano, in particolare durante la Costituente, e anche nelle due Americhe, ma il Convegno intende misurare soprattutto la sua influenza sui documenti conciliari e l'opinione pubblica italiana.

Il progetto teologico-culturale del Concilio (dopo 50 anni possiamo vederlo con maggiore chiarezza) non e' molto dissimile da quello che Maritain aveva sviluppato, almeno dalla sua celebre opera ''Umanesimo Integrale'' del 1936 e poi durante gli scritti di guerra nell'esilio americano. Fu in quel periodo, infatti, che si esercito' il suo influsso sull'intento di scrivere la Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo del 1948 e si intensifico' la sua lotta contro l'antisemitismo.

Il Convegno si terra' nella giornata del 5 dicembre prossimo a Roma presso l'Universita' Salesiana e sara' introdotto da Sua Eminenza il Card. Paul Poupard, Presidente emerito del Pontificio Consiglio della Cultura, con una relazione dal titolo ''Il progetto teologico-filosofico di J.

Maritain e il Concilio Vaticano II''. Seguiranno gli interventi di Philippe Chenaux (''Maritain, Giovanni XXIII e Paolo VI''); Giovanni Turbanti (''Maritain-Journet e la Gaudium et Spes''); Mons. Agostino Marchetto e Roberto Papini (''J. Maritain e la Dignitatis Humanae''); Piero Doria (''Maritain e la Nostra Aetate''); Piero Viotto (''I riferimenti a Maritain negli scritti di Paolo VI relativi al Concilio''); Franco Miano (''Maritain e il ruolo del laicato nella societa' e nella Chiesa'') e Michel Fourcade (''L'Influenza di Maritain nel Magistero del post-Concilio'').

red/sat

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Droga
Frosinone, blitz antidroga di Polizia e Carabinieri: 50 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni