sabato 03 dicembre | 16:45
pubblicato il 10/giu/2013 15:24

Marina: amm. De Giorgi, nel 2025 cessera' la sua forza operativa

(ASCA) - Roma, 10 giu - Un vero e proprio grido d'allarme sulla sopravvivenza della Marina Militare italiana e' stato lanciato oggi dal Capo di Stato maggiore della forza armata, amm. Giuseppe De Giorgi.

Un allarme venuto al termine della cerimonia, a Roma, per la festa della Marina in occasione delle celebrazioni del 152.mo anniversario della nascita della Forza armata.

De Giorgi ha fatto rilevare che il progetto di ristrutturazione che riguarda la Marina portera' alla ''pensione'' di ben 51 delle 60 navi oggi operative in mare.

Se questo sara' il trend, ha detto l'ammiraglio, ''nel 2025 la Marina militare cessera' di essere, di fatto, una forza operativa''.

Uno scenario questo che comportera' pesanti conseguenze, naturalmente, sul cosiddetto ''indotto'', sulla grande cantieristica, con ricadute fortemente negative sull'occupazione. Da qui l'auspicio del Capo di Stato Maggiore della Marina per un ''piano calibrato di investimenti per invertire questa tendenza''.

Gia' nel suo intervento dal palco della Festa della Marina, De Giorgi aveva ricordato ''il momento di profonda trasformazione'' dello strumento militare dovuto alla ''cronica insufficienza di fondi''.

gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari