domenica 04 dicembre | 03:01
pubblicato il 31/ott/2014 18:51

Mare Nostrum chiude, Amnesty e Msf: a rischio migliaia di vite

Parte "Triton" ma la Ue chiede ad Italia di mantenere impegni

Mare Nostrum chiude, Amnesty e Msf: a rischio migliaia di vite

Milano (askanews) - Mare Nostrum chiuderà entro i prossimi due mesi. Sarà "un'uscita dolce" ha detto il ministro della Difesa Roberta Pinotti che insieme al ministro dell'Interno Angelino Alfano ha annunciato la fine dell'operazione nata per salvare i migranti che cercano di raggiungere le coste dell'Italia e che lascerà il posto a Triton, missione di soccorso gestita dall'agenzia europea Frontex. Ma la decisione del governo italiano di porre fine a Mare Nostrum è stata fortemente criticata da molte organizzazioni per i diritti umani: Amnesty International

Italia e Asgi (Associazione Studi Giuridici sull'Immigrazione) hanno rivolto un appello al governo perché Mare Nostrum continui. La stessa Commissione europea ha sottolineato che l'Italia dovrà continuare a fare la sua parte. Il ministro Pinotti ha comunque specificato che verranno ridotti "assetti e costi" ma continuerà l'impegno della Marina militare nel contrasto agli scafisti e nel soccorso ai migranti in pericolo.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari