mercoledì 22 febbraio | 17:23
pubblicato il 11/set/2013 19:03

Mare: Legambiente, basta trivellazioni. Decreto Zanonato inefficace

Mare: Legambiente, basta trivellazioni. Decreto Zanonato inefficace

(ASCA) - Roma, 11 set - ''Se veramente il ministro Zanonato e il governo vogliono salvaguardare il mare italiano dal petrolio, fermino subito Ombrina mare, la nuova piattaforma che dovrebbe sorgere a sole tre miglia dalla costa abruzzese''. E' la richiesta - riferisce una nota - che Legambiente ha avanzato oggi durante l'incontro presso il ministero dell'Ambiente in merito al progetto.

Legambiente e' tornata a ribadire la sua contrarieta' al progetto Ombrina, in Abruzzo che non portera' nessun vantaggio ne' alla popolazione ne' al territorio abruzzese, e per dire il suo no alle trivellazioni petrolifere in mare, anche alla luce dell'ultimo decreto ''trivelle'' approvato dal ministro dello sviluppo economico. Un provvedimento che conferma il divieto a 12 miglia dalla costa e dalle aree marine protette stabilito dall'articolo 35 della Legge 83/2012 e valido pero' solo per le nuove richieste. ''Il ministro ha chiuso la stalla quando i buoi sono ormai scappati'', dichiara Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale di Legambiente. ''La sbandierata riduzione della superficie trivellabile di Zanonato - prosegue l'ambientalista - riguarda solo il futuro, dato che ha confermato tutti i procedimenti esistenti anche quelli entro le 12 miglia''.

Legambiente definisce il provvedimento in questione ''l'ennesima conseguenza di una strategia energetica nazionale insensata'' in quanto ''le aree interessate dalle attivita' petrolifere, che non vengono intaccate dal decreto di Zanonato, occupano una superficie marina di circa 24mila kmq, un'area grande come la Sardegna. Il provvedimento salva anche il progetto Ombrina mare''. Legambiente, pertanto, lancia ''nuovamente un appello al Parlamento, anche in seguito all'importante segnale arrivato dall'emendamento presentato dalla senatrice Loredana De Petris per impedire le deroghe che consentono di autorizzare trivellazioni petrolifere anche a ridosso delle coste e senza valutazione d'impatto ambientale''.

red-stt/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Roma
Fiumicino "si offre" per stadio Roma: 'Qui tutto ciò che serve'
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Chiesa
Presunti festini gay a Napoli, il card. Sepe sospende sacerdote
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Spazio, astronauti italiani e cinesi lavoreranno fianco a fianco
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
De Caro, alta velocità Brescia-Verona a marzo ok da Cipe