martedì 28 febbraio | 16:06
pubblicato il 06/apr/2013 17:09

Marche: card. Bagnasco, tragedia Civitanova deve far pensare

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 6 apr - ''La fede non fa miracoli ma ci aiuta a vivere il presente con uno sguardo al futuro'' per evitare tragedie come il triplice suicidio che si e' verificato ieri nelle Marche. ''Sono situazioni che devono farci pensare seriamente e farci uscire dall''impasse''. Lo ha detto il presidente della Cei e arcivescovo di Genova, il cardinale Angelo Bagnasco, riporta il Sir, alla giornata del mondo del lavoro che si svolge al Santuario della Madonna della Guardia a Genova.

Per il cardinale Bagnasco il rimedio contro tali tragedie, figlie della crisi economica, e' proprio la fede: ''Ci sono persone, che tutti noi conosciamo, che con grande umilta' e semplicita' portano in famiglia dei pesi che umanamente sono insostenibili - ha concluso il card. Bagnasco -, come malattie, bambini nati malati, anziani immobili per anni, oppure lottano per far quadrare il bilancio con dignita' senza togliersi la vita''. dab/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Droga
Maxi operazione antidroga allo Zen di Palermo: 24 arresti
Maltempo
Allerta Protezione civile: pioggia e venti forti al Centro-Nord
Firenze
Spari a auto dell'imprenditore amico di Renzi, 2 arresti a Firenze
Campidoglio
Roma, chiesto il giudizio immediato per Marra e Scarpellini
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech