martedì 24 gennaio | 11:06
pubblicato il 12/nov/2013 10:48

Maltempo: Spacca (Marche), criticita' ma regione sotto controllo

(ASCA) - Ancona, 12 nov - Permane la situazione di criticita' nelle Marche ed in generale nel centro Italia, dove il maltempo sta interessando anche le regioni vicine, Umbria e Toscana. Ieri a Pesaro e' deceduto un uomo coinvolto nel crollo del tetto del capannone. La sala operativa della Protezione civile (Soup) ed il capo della protezione civile regionale Roberto Oreficini sono in contatto costante con il presidente Spacca per l'aggiornamento. Quanto alla situazione complessiva, ieri sera alle 20, e' stata considerata critica, ma sotto controllo. A destare le maggiori preoccupazioni sono i fiumi che, a causa delle abbondanti piogge, si sono ingrossati fino a rompere, in alcuni casi, gli argini.

Nell'entroterra montano, si sono registrati i maggiori disagi per le precipitazioni piu' abbondanti, con 100 ml di pioggia caduta. Nella zona collinare le precipitazioni hanno raggiunto i 75 ml e lungo la costa i 50. Grazie alla stretta collaborazione con Vigili del fuoco, Anas, Polizia stradale e Carabinieri si e' intervenuti dove la circolazione stradale e' rimasta interrotta a causa delle esondazioni, come nei casi dei fiumi Foglia, Metauro ed Esino che hanno rotto gli argini. Il Potenza, Chienti ed Aso sono rimasti sotto stretta sorveglianza. In provincia di Pesaro la preoccupazione maggiore e' per il fiume Foglia. In provincia di Ancona la criticita' maggiore e' sulla Ss76 che e' stata interrotta tra Serra san Quirico e Genga: una task force interforze, con il coordinamento della Protezione civile regionale, e' all'opera per deviare le auto in transito verso Fabriano lungo l'Arceviese. Nel maceratese problematica la viabilita' a causa di alberi abbattuti dal vento e dell'elevata quantita' di acqua che ha invaso le carreggiate. Disagi per vento forte si sono registrati lungo la costa. Quanto alla rete ferroviaria, problemi si sono avuti nelle aree limitrofe ai binari lungo tutta la regione, a causa della caduta di oggetti ed alberi, subito rimossi. Qualche problema anche alla rete elettrica, con tecnici al lavoro. ''La vigilanza e' rafforzata - ha concluso il presidente Spacca - ma nonostante questo, visto il perdurare delle condizioni meteorologiche avverse, si consiglia alla popolazione di ridurre allo stretto necessario gli spostamenti nelle zone piu' colpite, di evitare luoghi esposti alla caduta di alberi e oggetti a causa del vento e di segnalare immediatamente eventuali criticita'''. Pg/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Bagnasco
Bagnasco: povertà si allarga. Subito reddito di inclusione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4