sabato 21 gennaio | 20:53
pubblicato il 12/nov/2014 18:22

Maltempo, Sindaco Crevacuore: è stata tragica fatalità

"A memoria d'uomo non si ricorda nulla del genere"

Maltempo, Sindaco Crevacuore: è stata tragica fatalità

Torino, 12 nov. (askanews) - "E' stata una tragica fatalità. Il luogo dove è avvenuto lo smottamento non è zona di dissesto idrogeologico. Brunello Canuto, il nostro concittadino di 68anni è morto in 6-7 metri di terra bagnata". E' ancora scosso Massimo Toso, il sindaco di Crevacuore (Biella), dove stamane una frana di piccole dimensioni è costata la vita ad un pensionato e ha gravemente ferito un altro uomo. Raggiunto al telefono, ripete come un mantra: "A memoria d'uomo non si ricorda nulla del genere, non in quella zona del paese, che sembrava tra le più sicure". Nel 1968 la zona di Crevacuore fu coinvolta in un'alluvione che fece 72 morti, "ma non in quella zona" ripete il primo cittadino.

"Le due persone coinvolte erano uscite di casa per mettere in sicurezza dalla pioggia alcune cose sotto una tettoia, quando è sopraggiunto lo smottamento, che ha solo lambito le loro due abitazioni. Se in quel momento si fossero trovati in casa, il dramma non si sarebbe consumato" ha spiegato il sindaco, ricordando che Canuto, l'uomo che è rimasto sepolto, "abitava lì da 50 anni e non aveva mai temuto nulla del genere, ne' mi aveva mai segnalato criticità". Il suo vicino di casa, il 55enne Marco Fava, è stato travolto dal fango, ma non completamente. "E' stata la sua salvezza. Quando l'ha portato via l'ambulanza era vigile, parlava. Ora so che dall'ospedale di Borgosesia è stato trasferito a quello di Vercelli" ha spiegato Toso.

"L'intervento per salvare l'anziano è stato tempestivo. Prima che arrivassero i vigili del fuoco, i vicini intorno hanno iniziato a scavare, ma è stato possibile recuperare il suo corpo solo dopo due ore di lavoro sotto la pioggia" ha ricostruito il primo cittadino del piccolo comune del biellese, spiegando che il fatto ha scosso tutta la comunita': "Il nostro è un piccolo paese, ci si conosce tutti. Il lutto di uno è il lutto di tutti, per questo il Comune si farà carico del funerale, è il minimo".

Intanto le due abitazioni lambite dalla frana sono state dichiarate inagibili dal sindaco. La figlia e il genero della vittima e un'altra famiglia saranno quindi ospitati da parenti. "Su tutta l'area circostante e' stata emessa un'ordinanza precauzionale, anche se al momento non piove e nulla fa presagire ulteriori incidenti. D'altronde anche questa mattina in paese, nonostante il maltempo e i fiumi ingrossati la situazione appariva sotto controllo e per nulla critica" ha concluso con amarezza Toso.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Incidenti stradali
Schianto bus ungherese, a bordo 15-16enni in gita in Francia
Maltempo
Hotel Rigopiano, Prefettura Pescara: 23 i dispersi segnalati
Incidenti stradali
Pullman ungherese si schianta e prende fuoco in A4, 16 morti
Maltempo
Rigopiano, proseguono ricerche: bilancio 9 in salvo, 4 vittime
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4