lunedì 05 dicembre | 15:41
pubblicato il 12/nov/2014 18:22

Maltempo, Sindaco Crevacuore: è stata tragica fatalità

"A memoria d'uomo non si ricorda nulla del genere"

Maltempo, Sindaco Crevacuore: è stata tragica fatalità

Torino, 12 nov. (askanews) - "E' stata una tragica fatalità. Il luogo dove è avvenuto lo smottamento non è zona di dissesto idrogeologico. Brunello Canuto, il nostro concittadino di 68anni è morto in 6-7 metri di terra bagnata". E' ancora scosso Massimo Toso, il sindaco di Crevacuore (Biella), dove stamane una frana di piccole dimensioni è costata la vita ad un pensionato e ha gravemente ferito un altro uomo. Raggiunto al telefono, ripete come un mantra: "A memoria d'uomo non si ricorda nulla del genere, non in quella zona del paese, che sembrava tra le più sicure". Nel 1968 la zona di Crevacuore fu coinvolta in un'alluvione che fece 72 morti, "ma non in quella zona" ripete il primo cittadino.

"Le due persone coinvolte erano uscite di casa per mettere in sicurezza dalla pioggia alcune cose sotto una tettoia, quando è sopraggiunto lo smottamento, che ha solo lambito le loro due abitazioni. Se in quel momento si fossero trovati in casa, il dramma non si sarebbe consumato" ha spiegato il sindaco, ricordando che Canuto, l'uomo che è rimasto sepolto, "abitava lì da 50 anni e non aveva mai temuto nulla del genere, ne' mi aveva mai segnalato criticità". Il suo vicino di casa, il 55enne Marco Fava, è stato travolto dal fango, ma non completamente. "E' stata la sua salvezza. Quando l'ha portato via l'ambulanza era vigile, parlava. Ora so che dall'ospedale di Borgosesia è stato trasferito a quello di Vercelli" ha spiegato Toso.

"L'intervento per salvare l'anziano è stato tempestivo. Prima che arrivassero i vigili del fuoco, i vicini intorno hanno iniziato a scavare, ma è stato possibile recuperare il suo corpo solo dopo due ore di lavoro sotto la pioggia" ha ricostruito il primo cittadino del piccolo comune del biellese, spiegando che il fatto ha scosso tutta la comunita': "Il nostro è un piccolo paese, ci si conosce tutti. Il lutto di uno è il lutto di tutti, per questo il Comune si farà carico del funerale, è il minimo".

Intanto le due abitazioni lambite dalla frana sono state dichiarate inagibili dal sindaco. La figlia e il genero della vittima e un'altra famiglia saranno quindi ospitati da parenti. "Su tutta l'area circostante e' stata emessa un'ordinanza precauzionale, anche se al momento non piove e nulla fa presagire ulteriori incidenti. D'altronde anche questa mattina in paese, nonostante il maltempo e i fiumi ingrossati la situazione appariva sotto controllo e per nulla critica" ha concluso con amarezza Toso.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari