lunedì 23 gennaio | 14:02
pubblicato il 12/nov/2013 15:50

Maltempo: Protezione Civile, nelle Marche rimane alta allerta

(ASCA) - Ancona, 12 nov - Rimane alta l'allerta ''maltempo'' soprattutto nelle zone centro-sud delle Marche che potrebbero essere interessate da nuove precipitazioni nel pomeriggio, ma la situazione e' sotto controllo e le previsioni meteo lasciano sperare in una progressiva diminuzione dei fenomeni domani. E' il primo bilancio della riunione operativa della Protezione civile presieduta dal capo della Protezione Civile Roberto Oreficini in videoconferenza con il Centro Funzionale Multirischi, le Soi (Sala operativa integrata) provinciali, i rappresentanti di Ferrovie, Enel, Anas, Guardia Forestale, Polizia Stradale e Conferenza servizi Marche. La perturbazione insistera' sulla regione fino a domani pomeriggio. Nel pomeriggio di oggi sono previste precipitazioni medie di 70 ml nell'ascolano, 30 su Ancona e 15 nel pesarese con progressiva attenuazione dei fenomeni da domani. Rimane alta l'attenzione per il bacino del Tronto e per la foce del Potenza. In arrivo idrovore da Ancona. Nel centro nord, invece in modo graduale i picchi di piena stanno diminuendo. Esondazione del Chienti in campagna aperta e pianeggiante. Problemi nel fabrianese a sud della nuova galleria verso Albacina dove una grossa quantita' di acqua ha intasato i fossi di guardia. La circolazione e' garantita su un binario con rallentamento. Altro problema piu' generale quello delle mareggiate: a causa della salsedine che si e' stratificata sulle linee elettriche si segnalano ritardi, anche importanti, sulla linea Adriatica. Una zona di allagamento sul circuito dei binari e' stata segnalata anche a Offida. Permane la chiusura raccordo di Ascoli nello svincolo finale di Monteprandone. Ad Urbino chiuso il sottopasso con deviazioni in loco. Sgombra invece l'autostrada A 14 con i caselli funzionanti e traffico scorrevole. Smottamenti sulla viabilita' secondaria diffusi in tutta la regione. Numerose frane hanno coinvolto il territorio di Acquasanta Terme, Force, Monte Gallo e il territorio montano. Problemi a causa delle mareggiate sulla litoranea tra Porto Recanati e Numana. Ex statale 361 Fiuminata chiusa per esondazione del Potenza. Interrotte anche la provinciale Maceratese e le 130, 135, 66, 95, la Settempedana, la 138. L'allagamento della cabina a Sant'Elena di Serra San Quirico e a Belforte del Chienti, i pali abbattuti nei dintorni di Genga, Barbara e Falconara causano interruzioni nell'alimentazione e guasti diffusi. Difficolta' nell'erogazione di acqua potabile in alcune zone tra Pesaro e Ancona e da Serra San Quirico verso l'interno a causa dell'allagamento degli impianti. Non si segnalano difficolta' per ospedali e case di riposo che continuano ad essere regolarmente serviti.

pg/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Samsung: incidenti del Galaxy Note 7 causati da batteria
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4