martedì 24 gennaio | 14:04
pubblicato il 12/nov/2014 19:07

Maltempo, Pres Geologi: Investimenti e cultura per ridurre rischi

"Ok governo Renzi contro condoni edilizi"

Maltempo, Pres Geologi: Investimenti e cultura per ridurre rischi

Palermo, 12 nov. (askanews) - "Il nostro territorio aveva già delle sue peculiarità geologiche di territorio molto giovane, e quindi geomorfologicamente instabile, con una grandissima vocazione alle frane, con un reticolo molto fitto tendente all'esondazione di torrenti e fiumi. Questo territorio, invece di averne rispetto, lo abbiamo saccheggiato creando mostri con i condoni edilizi, e realizzando opere molto spesso sbagliate o addirittura dannose. Non abbiamo mai pianificato sotto tutti i punti di vista, e abbiamo violentato il territorio". A dirlo è stato il presidente nazionale dell'Ordine dei geologi, Gian Vito Graziano, che intervistato da Askanews ha fatto il punto sulle cause che hanno portato nel recente passato a numerosi episodi di dissesto idrogeologico con un numero sempre maggiori di perdite di vite umane.

"Oggi c'è un elemento in più che ci pone con le spalle al muro rispetto a un'attenzione che non c'era - ha osservato Graziano -, ovvero che piove diversamente. La stessa quantità d'acqua che prima pioveva in più giorni, ora piove in poche ore. Quei millimetri di pioggia che accumulavamo in un mese o due, oggi si accumulano in poco tempo, e il sistema territoriale non è più in grado di reggere".

In questo scenario, dunque, mettere in atto una strategia d'azione che finalmente inverta la rotta, mirando ad una maggior sicurezza generale del territorio appare prioritario. E per farlo, la strada è quella del ricorso massiccio al concetto di prevenzione che, come spiega lo stesso geologo Graziano, non può prescindere da due grandi pilastri fondamentali: uno sul fronte dell'investimento, e un altro sul fronte culturale. "Noi geologi predichiamo da alcuni decenni la parola d'ordine 'prevenzione'. Questo significa tante cose, tante azioni. Una è quella degli investimenti. Quindi mettiamo le opere strutturali o non strutturali sul territorio. Rinaturalizziamo i corsi d'acqua, mettiamo in sicurezza i versanti con opere più o meno invasive. Gli investimenti che il Governo vuole fare sono addirittura di un miliardo l'anno, e questa è la strada giusta. L'altra è culturale e investe varie fasce, dai professionisti ai cittadini. Occorre cioè informare i cittadini sul grado di rischio del territorio con cui bisogna convivere e che bisogna conoscere, per sapere cosa si deve fare al momento dell'allerta, o di un'esondazione, un grado di rischio che certamente però non può essere quello della cronaca di questi giorni".

Un plauso quindi il presidente nazionale dell'Ordine dei geologi l'ha voluto rivolgere al governo Renzi, che ha annunciato la volontà di non concedere più condoni edilizi: "Dal '94 ad oggi abbiamo avuto 20 disegni di legge per ulteriori condoni edilizi, e significa che non c'era coscienza di quanto stesse accadendo. Oggi viene annunciato che non si faranno mai più condoni edilizi, e quindi definisce un'azione diversa da parte di questo governo i fatti poi ovviamente dovranno dare la fiducia necessaria. Però mi sembra un bel cambio di rotta".

Xpa

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione "Stammer": 54 persone fermate
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4