domenica 11 dicembre | 09:55
pubblicato il 01/feb/2014 14:40

Maltempo: Lazio e Toscana in ginocchio. Tevere record. Allerta al Sud

Maltempo: Lazio e Toscana in ginocchio. Tevere record. Allerta al Sud

(ASCA) - Roma, 1 feb 2014 - Durera' ancora fino ai primi giorni della settimana entrante l'ondata di maltempo che si sposta al Sud e nel Nord Est del paese, lasciando le regioni centrali, in particolare Lazio e Toscana, ancora in piena emergenza.

A Roma - colpita venerdi' scorso da una bomba d'acqua che ha richiesto oltre 300 interventi dei soccorritori in un solo giorno - sono state 70 le famiglie evacuate dalle loro abitazioni allagate in zona Piana del sole, a sud della citta'. Resta ''sorvegliato speciale'' il fiume Tevere per aver sfiorato i 13 metri d'altezza, poco al di sotto dei 14 metri raggiunti nel 2012, record che non si registrava da 50 anni. In ginocchio la viabilita' della Capitale, con la metro B rimasta interrotta per ore, numerosi disagi sul Grande raccordo anulare, soprattutto in ingresso dal versante nord della citta', e numerose frane e smottamenti che hanno rallentato di molto anche il collegamento ferroviario tra il centro citta' e l'aeroporto di Fiumicino.

In Toscana e', invece, rientrata l'allerta per l'Arno, sceso all'altezza di 4,34 metri a Pisa, la provincia piu' colpita dove, comunque, anche le scuole sono state riaperte.

Il presidente della regione, Enrico Rossi, ha effettuato un sopralluogo nel Pisano e annunciato per lunedi' la dichiarazione dello stato di emergenza da parte della giunta. In una telefonata con il presidente del Consiglio, Enrico Letta, Rossi ha chiesto allo Stato centrale di stanziare almeno 2 miliardi di euro l'anno per la messa in sicurezza del territorio.

Intanto, dopo un primissimo monitoraggio, Coldiretti parla di ''migliaia di aziende con i terreni allagati''.

A Nord, e' in emergenza il Bellunese, dove una fortissima nevicata ha lasciato 30mila famiglie al buio e centinaia di persone isolate. Il rischio valanga in montagna e' stato alzato al livello 5, il massimo.

''La situazione e' anomala - conclude Nucera - con un'eccessiva piovosita' e nevicate eccezionali sulle Alpi. E' come se fossimo ancora in Autunno, con le perturbazioni che smaltiscono un surplus di energia accumulato nel corso degli ultimi mesi'', spiega Francesco Nucera, esperto di 3bmeteo.com.

''In particolare - aggiunge - le precipitazioni piu' intense e persistenti riguarderanno fino a domenica i due estremi opposti dell'Italia. Al Nord saranno colpiti da piogge abbondanti soprattutto Friuli e Veneto; al Sud, invece, il maltempo si accanira' con temporali anche di forte intensita' su Calabria ionica, Sicilia orientale, Basilicata e Puglia''. red-stt/mar

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina