martedì 24 gennaio | 04:11
pubblicato il 27/nov/2013 13:45

Maltempo: Italia nella morsa di Attila. Allerta al Sud arriva Nettuno

Maltempo: Italia nella morsa di Attila. Allerta al Sud arriva Nettuno

(ASCA) - Roma, 27 nov - Un nucleo di aria gelida di estrazione artica proveniente dal mar Baltico ha invaso l'Italia: si chiama Attila. Lo riferisce Antonio Sano', direttore del portale www.ilmeteo.it, che sottolinea che sono gia' in corso nevicate sulle Marche e Abruzzo - Molise a quote bassissime (100m), ma anche sulle colline romagnole e le zone interne della Toscana. Il tempo rimane instabile al sud specie sulla Calabria con neve a 800m e peggiora tra Lazio e Campania e sulla Sardegna. Al nord sono attese sempre gelate con -3*C in pianura. Tra giovedi' e venerdi' e' atteso un nuovo peggioramento tra la Sardegna e la Sicilia verso la Calabria, mentre il tempo migliorera' altrove, anche se fara' freddo.

Sabato l'Italia l'Italia sara' attanagliata da due fasi di maltempo: una perturbazione atlantica fredda raggiungera' il Nord con neve tra Piemonte e Lombardia fino a Torino e Milano, copiosa su basso Piemonte, Pavese, qualche ora anche a Piacenza, molto copiosa sulle colline liguri fino a toccare zone tra 50 e 100m di quota tra Savona a Genova grazie al consueto fenomeno della tramontana scura.

Nevicate su Cuneo, Asti, Alessandria. Dall'altro lato, Nettuno, un ciclone mediterraneo portera' una nuova a fase di grave maltempo al Sud, sulla Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia, con nubifragi dalla sera e allerta massima su Crotonese e Catanzarese, Basilicata Ionica - materano, sul Salento verso Taranto, Brindisi e resto di Basilicata e Puglia entro domenica con rischio alluvionale.

Un nuovo inteso peggioramento generale e' atteso per l'8 dicembre. Sano' sottolinea che tanti altri eventi alluvionali verificatisi negli ultimi anni erano stati previsti con oltre 5 giorni di anticipo grazie ai modelli fisico-matematici che oggi riescono a localizzare con elevata precisione spazio-temporale i fenomeni anche estremi. Sono assolutamente inutili gli avvisi di allerta lanciati 12 ore prima.

red

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4