venerdì 09 dicembre | 15:24
pubblicato il 31/ott/2011 17:37

Maltempo/ In Liguria emergenza senza fine: si teme nuova ondata

9 le vittime accertate fra Toscana e Liguria, ancora 4 i dispersi

Maltempo/ In Liguria emergenza senza fine: si teme nuova ondata

Genova, 31 ott. (askanews) - Situazione ancora critica nello Spezzino a sei giorni dalla devastante alluvione che ha colpito il levante ligure e la Lunigiana. Mentre a Vernazza e Boghetto Vara si continua a scavare nel fango alla ricerca di quattro persone che ancora mancano all'appello, che si aggiungono alle 9 vittime del maltempo già accertate, in Val di Vara e alle Cinque Terre, secondo quanto riferito dalla prefettura della Spezia, stanno lavorando circa mille uomini, tra soccorritori e volontari, per riportare al più presto la situazione alla normalità. Da giovedì, infatti, nelle zone colpite dall'alluvione è previsto l'arrivo di una nuova perturbazione con piogge diffuse e persistenti. In vista della nuova ondata di maltempo, che interesserà un territorio ancora segnato dalle esondazioni e dalle frane di martedì scorso, la prefettura del capoluogo ha reso noto che sono state concordate misure a tutela della popolazione e degli operatori di soccorso. Una delle maggiori priorità è quella di riportare i corsi d'acqua nei loro alvei, malgrado la complessità della situazione dovuta all'accumulo di detriti sopra le sponde dei fiumi stessi. La prefettura della Spezia, dove è stato allestito il centro di coordinamento dei soccorsi, segnala ancora criticità per quanto riguarda la viabilità provinciale, che è attualmente garantita solo ai mezzi di soccorso. La situazione è leggermente migliorata soltanto nei pressi del casello autostradale di Brugnato, che era stato sommerso dall'acqua durante l'esondazione del fiume Vara. Rimangono, invece, isolate, Vernazza, che è raggiungibile soltanto via mare o con il treno ma solo per i residenti e i soccorritori, Corniglia, Fegina di Monterosso e Bozzolo di Brugnato. Permangono problemi anche per quanto riguarda i servizi pubblici essenziali: la rete idrica di Vernazza, Monterosso, Calice al Cornoviglio, Rocchetta Vara e Borghetto Vara non è stata ancora completamente ripristinata. La rete elettrica, invece, è stata riattivata quasi ovunque e dove non è stato ancora possibile farlo sono vengono forniti servizi sostitutivi. Criticità anche per quanto riguarda l'erogazione del gas e la rete di telefonia fissa, in particolare nei comuni di Monterosso, Vernazza e Borghetto Vara. Con l'installazione di ponti radio, a Vernazza è stata almeno ripristinata le rete di telefonia mobile e a Monterosso è stato riattivato il servizio Umts. E' iniziata, intanto, la conta dei danni, che ammonterebbero complessivamente, solo per quanto riguarda la provincia della Spezia, a centinaia di milioni.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Roma
Trovato a Roma cadavere,potrebbe essere giovane cinese scomparsa
Immigrati
Papa: nel presepe rivediamo dramma dei migranti sui barconi
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Veronafiere, Usa: le regole import sui vini biologici
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina