giovedì 08 dicembre | 19:51
pubblicato il 02/dic/2013 16:34

Maltempo: Geologi, nelle Marche errato togliere ghiaia da alvei fiumi

Maltempo: Geologi, nelle Marche errato togliere ghiaia da alvei fiumi

(ASCA) - Roma, 2 dic - ''La manutenzione dei fiumi e la prevenzione al rischio idraulico non si fanno estraendo ghiaia dai loro alvei!''.

E' l'appello che lancia - soprattutto in relazione alla regione Marche una tra quelle piu' alle prese con l'emergenza maltempo di queste ore - il Consiglio nazionale dei geologi chiedendo agli enti locali di assumere l'impegno a reperire i fondi necessari ad arginare il rischio idrogeologico. ''Nelle Marche - afferma Piero Farabollini, consigliere nazionale dei Geologi e professore di Geologia ambientale dell'universita' di Camerino - oltre alla forte e dissennata antropizzazione del territorio, soprattutto a scapito delle aree di pertinenza fluviale, e' mancata la manutenzione ordinaria dei fiumi e dei fossi minori. Oggi si vorrebbe addirittura togliere la ghiaia dai fiumi: assolutamente no!!!''.

Per Farabollini ''basta ricordare quanto avvenuto negli anni '60 nelle Marche a causa dell'escavazione della ghiaia in alveo: briglie, traverse, ponti, acquedotti, canalizzazioni, ecc., divelte dai processi erosivi fluviali innescati proprio da questa pratica. Piu' importante e necessario, sarebbe invece il contributo della pulizia dei fiumi da alberi, arbusti e quanto altro ostruisce o riduce la sezione fluviale, da effettuare anche in collaborazione con altre professionalita' (ad es. agronomi), finalizzati alla funzionalita' e vocazionalita' idraulica dei corpi idrici superficiali''.

''La necessita' di reperire fondi che vadano nella direzione della prevenzione ai rischi idrogeologici - precisa dunque Andrea Pignocchi, presidente dell'ordine dei Geologi delle Marche - deve essere un preciso impegno da parte degli enti locali che in primis hanno le competenze di protezione idraulica del territorio: le poche risorse finora messe in campo non sono sufficienti ad una seria programmazione di interventi di prevenzione e di riduzione del rischio idrogeologico'', conclude Pignocchi.

com-stt/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni