martedì 24 gennaio | 20:46
pubblicato il 20/gen/2013 12:00

Maltempo/ Forti piogge su regioni Tirreno, sale temperatura a Sud

In serata precipitazioni anche intense su Campania, Sicilia Ovest

Maltempo/ Forti piogge su regioni Tirreno, sale temperatura a Sud

Roma, 20 gen. (askanews) - Continua il maltempo sull'Italia a causa del transito del nucleo intenso della perturbazione numero 7 di gennaio che causerà precipitazioni localmente forti, con rovesci e anche temporali, fra Liguria, regioni tirreniche e Sardegna, ma anche al Nord, dove si avranno ancora delle nevicate a bassa quota tra Piemonte e Liguria. Altri fenomeni legati a questa perturbazione sono i forti venti di Scirocco che soffieranno al Centrosud e sull'alto Adriatico, determinando in queste zone un'impennata delle temperature e, contemporaneamente, favorendo il graduale rialzo della quota neve al Nord. Secondo le indicazioni del centro Epson-Meteo.it oggi sono presenti molte nubi in tutta l'Italia, con piogge al Nord, su regioni centrali tirreniche, Umbria e Sardegna, anche forti in Liguria, Toscana, Lazio, Sardegna occidentale e Friuli Venezia Giulia. Nevicate oltre i 1000-1300 metri sulle Alpi centro-orientali, fino 500 metri su quelle occidentali; al mattino neve anche a bassa quota su Piemonte e Appennino ligure, con quota neve in aumento dal pomeriggio. Nel pomeriggio tendenza a esaurimento dei fenomeni in gran parte del Nordovest. Al Sud solo nubi e forte Scirocco, ma con piogge localmente intense che raggiungeranno in serata la Campania e la Sicilia occidentale. Al centro-sud le temperature in deciso aumento, tranne al Nordovest dove restano più contenute: valori fino a 15-18 gradi al Centro, vicini ai 20 gradi in Sicilia. Per domani sono previste parziali schiarite al Nordovest ma con qualche nebbia in pianura il mattino. Ancora piogge al Nordest, su regioni tirreniche e Umbria; piogge anche forti tra Campania e Calabria. In serata peggiora in Sicilia. Neve sulle Alpi orientali intorno ai 1000-1200 metri. Aumenta il rischio valanghe - I venti meridionali che accompagnano la perturbazione numero 7 di gennaio spingeranno oggi aria più mite anche sul Nord Italia. Si aggrava, di conseguenza, il rischio valanghe. In particolare, in base ai dati forniti dal sito aineva.it, il rischio maggiore riguarda le Alpi centro-orientali. Qui sia oggi (domenica 20) che domani (lunedì 21) il rischio sarà ancora di grado 3 (marcato) e, in alcune zone, addirittura di grado 4 (forte).

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione "Stammer": 54 persone fermate
Maltempo
Individuato elicottero 118 precipitato nell'aquilano, 6 a bordo
Giustizia
Giustizia, da incontro Anm-Ministro Orlando nessun effetto
Maltempo
Rigopiano, 15 vittime: 9 ancora in obitorio da identificare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4