martedì 24 gennaio | 17:04
pubblicato il 05/feb/2014 13:52

Maltempo: Esercito ancora in campo in Veneto, Emilia e Lazio

Maltempo: Esercito ancora in campo in Veneto, Emilia e Lazio

(ASCA) - Roma, 5 feb 2014 - Continua l'impegno dell'Esercito nelle zone del Veneto, dell'Emilia e del Lazio colpite dall'eccezionale ondata di maltempo. In Veneto - riferisce una nota - fin dalle prime ore dell'emergenza, su richiesta dei rispettivi Prefetti, i militari sono intervenuti nelle province di Belluno e di Treviso. Circa 140 militari e 41 mezzi dell'Esercito, tra i quali cingolati BV-206 e macchine movimento terra, sono stati impiegati, nel bellunese, per il ripristino della viabilita' e per lo sgombero della neve accumulata nei comuni di Cencenighe Agordino, Santo Stefano di Cadore, Pieve di Cadore, Falcade, Valle di Cadore, Arabba, Borca di Cadore, Rocca Pietore, Forno di Zoldo, San Pietro di Cadore, San Vito di Cadore, Sappada e Cortina d'Ampezzo. A Cortina d'Ampezzo, inoltre, i rocciatori dell'Esercito sono impegnati nello sgombero dei tetti dagli oltre 2 metri di neve accumulata. Nel trevigiano 175 uomini, mezzi speciali del genio e idrovore, per un totale di 35 mezzi dell'Esercito, sono stati impegnati per il monitoraggio e il rafforzamento degli argini, per il drenaggio delle acque e per la rimozione di detriti nei comuni di Motta di Livenza, Meduna di Livenza e Preganziol.

In Emilia 60 uomini e donne dell'Esercito continuano ad operare nella provincia di Modena per il monitoraggio degli argini dei corsi d'acqua nel comune di Bomporto. Nel Lazio l'Esercito opera, in concorso alle autorita' locali, nel comune di Fiumicino con personale del genio, mezzi speciali, pompe idrovore e un' unita' medica con il compito di fornire l'assistenza sanitaria di base, raccogliere le esigenze sanitarie della popolazione, fornire, grazie al supporto della farmacia comunale, i farmaci necessari e provvedere a fornire ossigenoterapia ai pazienti allettati. Anche nelle prossime ore i mezzi speciali dell'Esercito continueranno ad operare, sulla base delle richieste avanzate dalla prefetture, lungo tutta la penisola in supporto alla popolazione. com-stt/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione "Stammer": 54 persone fermate
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Maltempo
Individuato elicottero 118 precipitato nell'aquilano, 6 a bordo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4