lunedì 27 febbraio | 23:45
pubblicato il 30/lug/2013 10:01

Maltempo: Coldiretti, stato di calamita', oltre un miliardo di danni

Maltempo: Coldiretti, stato di calamita', oltre un miliardo di danni

(ASCA) - Roma, 30 lug - Le tempeste estive, che con trombe d'aria, nubifragi e grandine hanno colpito a macchia di leopardo il Nord ovest d'Italia, hanno fatto salire ad oltre un miliardo il conto dei danni provocati all'agricoltura dall'andamento climatico anomalo del 2013, tra perdite e maggiori costi. E' quanto stima la Coldiretti che ha chiesto di verificare le condizioni per la dichiarazione dello stato di calamita' nei territori colpiti dall'ondata di maltempo che con manifestazioni improvvise e violente si e' abbattuta sul Piemonte, la Liguria e la Lombardia, ma anche in alcune zone della Toscana e dell'Umbria. I tecnici dell'Organizzazione - informa la Coldiretti - sono al lavoro per monitorare i danni causati dal maltempo nel Pavese e tra Milano e Varese dove sono numerosi gli alberi divelti, i campi di mais spianati dalla furia del vento che ha scoperchiato anche serre e danneggiato impianti fotovoltaici.

Ma anche in Piemonte, nell'Alessandrino e nell'Astigiano - precisa la Coldiretti - si stanno valutando i guasti subiti dai vigneti di Brachetto e delle altre pregiate varieta' della zona, mentre in Liguria sono sotto osservazione gli effetti delle trombe d'aria sulle serre dell'Imperiese. In questa pazza estate interi raccolti sono stati spazzati via dalla furia del vento, dalla pioggia e dalla grandine ed il lavoro un intero anno degli agricoltori e delle loro famiglie - segnala la Coldiretti - e' stato distrutto in pochi minuti per colpa di violente bufere accompagnate da grandine con chicchi di grandi dimensioni che hanno allagato campi, divelto alberi, tetti e serre e raso al suolo interi raccolti. L'ennesima ondata di maltempo conferma un 2013 caratterizzato nelle campagne dal ripetersi di eventi estremi con sfasamenti stagionali e precipitazioni brevi e intense dopo una primavera estremamente piovosa soprattutto nelle regioni del nord. Si tratta degli effetti dei cambiamenti climatici con i quali e' costretta a convivere l'agricoltura che a differenza delle attivita' industriali - conclude la Coldiretti - si svolge all'aria aperta ed e' quindi soggetta alle bizzarrie del tempo, oltre alle difficolta' di mercato dovute alla crisi.

com/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
'Ndrangheta
'Ndrangheta, sequestrati a imprenditore colluso beni per 2,5 mln
Maltempo
Allerta Protezione civile: pioggia e venti forti al Centro-Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech