lunedì 20 febbraio | 23:39
pubblicato il 03/feb/2014 11:42

Maltempo: Coldiretti, in Veneto vitigni, orticole e grano sott'acqua

Maltempo: Coldiretti, in Veneto vitigni, orticole e grano sott'acqua

(ASCA) - Roma, 3 feb 2014 - La neve che sta bloccando l'intera provincia di Belluno non e' il solo disagio causato dal maltempo in Veneto. La zona orientale della regione e' l'area piu' colpita dalle forti precipitazioni: la fascia di territorio che unisce la provincia di Venezia a quella di Treviso ricca di vigneti Doc della zona del Piave e' ovunque allagata.

Lo comunica in una nota Coldiretti Veneto che sta monitorando la situazione del territorio dove gli agricoltori prontamente intervenuti con trattori e mezzi provvedono ai primi soccorsi e garantiscono la circolazione per il trasporto del latte e di altri prodotti agroalimentari. Il carico di acqua non scende solo dal cielo - continua Coldiretti - ma arriva in pianura dalla montagna creando frane e dilavamenti nei comuni a ridosso delle Prealpi. I terreni non drenano e in alcune zone si teme per la tenuta degli argini dei fiumi. Il Livenza e' nel picco piu' alto degli ultimi tre giorni (5,79 metri) e cresce il livello del Meduna, Brion, Bidoggia e Grassaga. Alcuni comuni, come Motta di Livenza, hanno chiuso le scuole e sospeso le lezioni.

Verso ovest e' sopra il limite di guardia anche il Marzanego che scorre nel miranese.

Se per le viti blasonate del Lison Pramaggiore nonostante le piante siano sommerse potrebbero non esserci problemi, per le orticole a pieno campo compreso il radicchio il rischio di marciume e' alto oltre al fatto che il fango ne impedisce la raccolta. Il grano sott'acqua muore per asfissia e le temperature sopra la media possono anticipare le fasi vegetative delle colture. L' umidita' segna le colture sotto serra e preannuncia l'insorgenza di attacchi di malattie e muffe.

Non va meglio nel vicentino: sono tracimati l'Astichello e il Retrone nei pressi di Torre di Quartesolo, inondando centri abitati e campi a seminativi. Sono sotto controllo gli argini nel padovano anche se l'allerta e' per il Muson e il Bacchiglione cosi' pure verso Soave, Monteforte d'Alpone dove l'emergenza e' costante. Il territorio del nord est fa i conti con le avversita' - conclude Coldiretti - ma pure con un'urbanizzazione selvaggia dove anche le buone prassi agricole e lo spirito di cura del paesaggio da parte degli agricoltori nulla possono a ridare equilibrio al sistema.

com-stt/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Salute
Infarto, 1 struttura sanitaria su 2 non ripetta volumi ministero
Campidoglio
Roma, Grillo a Raggi: decidete voi e non fatevi influenzare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia