domenica 04 dicembre | 20:17
pubblicato il 29/lug/2013 18:59

Maltempo: Coldiretti, da tempeste estive oltre 1 mld euro di danni

Maltempo: Coldiretti, da tempeste estive oltre 1 mld euro di danni

(ASCA) - Roma, 29 lug - Mentre mezza Italia boccheggia con la colonnina di mercurio che supera i 40 gradi, le tempeste estive, con trombe d'aria e grandine continuano a colpire a macchia di leopardo il Nord Italia facendo salire oltre il miliardo il conto dei danni provocati all'agricoltura dall'andamento climatico anomalo del 2013, tra perdite e maggiori costi. E' quanto stima la Coldiretti in una nota nel sottolineare che e' in corso, da parte dei tecnici dell'organizzazione, il monitoraggio dei danni nei territori del Piemonte e della Lombardia colpiti oggi da nuove manifestazioni atmosferiche improvvise e violente. Nell'Alessandrino una tempesta di vento, acqua e grandine - informa la Coldiretti - si e' abbattuta su Alessandria e provincia lasciando il segno soprattutto sulle coltivazioni agricole dell'Acquese. A Bistagno, sono stati spazzati via alcuni filari di Brachetto e scoperchiati tetti di case e capannoni. Danni anche ad orti e frutteti. In Lombardia - prosegue la Coldiretti - piante spezzate, rami rotti, tettoie divelte e lastre di vetroresina infrante nella fascia nord ovest del capoluogo lombardo, fra la zona di Affori e Bollate dove il vento ha devastato il verde dei vivai lungo le strade e i giardini. Infine nel Pavese due trombe d'aria e un violento temporale hanno spazzato questa mattina i territori della Lomellina fra Rosasco, Robbio e Vigevano. Secondo quanto emerge da una prima valutazione della Coldiretti ci sono stati alberi caduti e danni alle aziende agricole risicole e almeno 20 ettari di mais spianati dalla furia del vento. A Candia danneggiato anche un impianto fotovoltaico. La grandine - spiega la Coldiretti - e' la piu' temuta dagli agricoltori in questa stagione perche' provoca danni insanabili alle coltivazioni, con effetti economici ed occupazionali sulle raccolte estive della frutta e della vendemmia ma anche sull'andamento dei prezzi e sull'inflazione. Il 2013 continua ad essere caratterizzato nelle campagne dal ripetersi di eventi estremi con sfasamenti stagionali e precipitazioni brevi e intense diopo una primavera estremamente piovosa soprattutto nelle regioni del nord. Si tratta degli effetti dei cambiamenti climatici con i quali e' costretta a convivere l'agricoltura che a differenza delle attivita' industriali - conclude la Coldiretti - si svolge all'aria aperta ed e' quindi soggetta alle bizzarrie del tempo, oltre alle difficolta' di mercato dovute alla crisi.

com-stt/sam/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari