lunedì 23 gennaio | 03:47
pubblicato il 20/gen/2014 13:38

Maltempo: Cia, troppa incuria e nessuna prevenzione

Maltempo: Cia, troppa incuria e nessuna prevenzione

(ASCA) - Roma, 20 gen 2014 - Dai primi anni Sessanta a oggi sono stati spesi circa 55 miliardi di euro per riparare i danni causati da maltempo, allagamenti, frane ed esondazioni.

Sarebbe bastato destinare il 20 per cento di questa somma a opere di manutenzione del territorio per limitare le disastrose conseguenze del dissesto idrogeologico. Lo dice la Cia-Confederazione italiana agricoltori in merito agli eventi alluvionali che hanno colpito in particolare Liguria, Toscana ed Emilia Romagna, che ripropongono ancora una volta i problemi legati all'assetto del territorio italiano e alla sicurezza delle persone e delle attivita' produttive, soprattutto in agricoltura.

Il maltempo degli ultimi giorni - spiega la Cia - ha prodotto solo nel settore primario danni per milioni di euro.

Specialmente nel Modenese e nel Ponente ligure gli effetti sulle campagne sono stati devastanti. Stalle, serre, magazzini, cantine e terreni sono finiti sotto un metro d'acqua, non solo per i violenti nubifragi, ma anche per le esondazioni di fiumi e canali; mentre smottamenti e frane hanno causato pesanti difficolta' alla circolazione nelle strade rurali completamente allagate. Danneggiati campi coltivati a cereali, oliveti e vigneti. Conseguenze negative si registrano pure per gli allevamenti. Un quadro estremamente allarmante, quindi, che evidenzia l'urgenza di una valida opera di prevenzione, a cui affiancare una puntuale azione di vigilanza e di controllo delle situazioni a rischio. D'altra parte - ricorda la Cia - in Italia 8 comuni su 10 sono in aree ad elevata criticita' idrogeologica e oltre 700 mila sono gli immobili abusivi, spesso costruiti non a norma e, quindi, a grave rischio in presenza di una calamita' naturale. red-gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4