sabato 03 dicembre | 20:47
pubblicato il 04/giu/2013 17:44

Maltempo: Cia, serve una vera politica di prevenzione del territorio

Maltempo: Cia, serve una vera politica di prevenzione del territorio

(ASCA) - Roma, 4 giu - Il maltempo che sta flagellando l'Italia e tutta l'Europa centrale rilancia l'assoluta urgenza di una vera politica di salvaguardia ambientale. I disastri provocati dal maltempo, con inondazioni, frane e smottamenti dimostrano quanto sia necessario agire al piu' presto per risolvere il problema del dissesto idrogeologico, che nel nostro Paese coinvolge il 9,8% della superficie nazionale e riguarda ben 6.633 comuni, pari all'81,9% del totale. Lo afferma in una nota la Confederazione italiana agricoltori (Cia). In Italia - scrive l'associazione di categoria - quasi un cittadino su dieci si trova in aree esposte al pericolo di alluvioni e valanghe. Ieri - ricorda - lo stesso capo della Protezione civile, Franco Gabrielli, ha detto che il Paese sarebbe in una condizione di ''particolare attenzione e difficolta''' qualora continuassero queste piogge incessanti.

Il fatto e' - secondo la Cia - che oggi sono piu' che mai necessarie adeguate politiche di prevenzione del territorio, tanto piu' con questo clima impazzito, cui affiancare una puntuale azione di vigilanza e di controllo delle situazioni a rischio. Noi aggiungiamo che una nuova politica di tutela ambientale dovra' garantire il presidio da parte dell'agricoltore, la cui opera di manutenzione e' fondamentale, soprattutto nelle aree marginali di collina e di montagna.

I terreni coltivati, infatti, insieme a quelli boschivi -sottolinea la Cia - giocano un ruolo essenziale per stabilizzare e consolidare i versanti e per trattenere le sponde dei fiumi, grazie anche alla loro elevata capacita' di assorbimento, aiutando a scongiurare frane e cedimenti del terreno.

Purtroppo pero' la cementificazione selvaggia non solo ha cancellato negli ultimi vent'anni oltre 2 milioni di ettari di terreno agricolo, ma spesso questo processo non e' neanche stato accompagnato da un adeguamento della rete di scolo delle acque.

com-stt/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari