giovedì 19 gennaio | 20:54
pubblicato il 24/feb/2012 14:07

Maltempo a Cosenza, Oliverio: "Lo Stato deve intervenire"

E' mancata la prevenzione, riaperte vecchie ferite

Maltempo a Cosenza, Oliverio: "Lo Stato deve intervenire"

Cosenza, (askanews) - I temporali, la neve e le forti raffiche di vento che hanno flagellato l intero territorio calabrese hanno provocato ingenti danni alla viabilità. Particolarmente colpite le zone dell Alto e del Basso Jonio cosentino. Sui problemi causati dal maltempo il presidente della Provincia di Cosenza Mario Oliverio spiega che è mancata la prevenzione. "Si riaprono vecchie ferite, siamo di fronte ad un'altra, l'ennesima grave emergenza che ripropone il tema cruciale della difesa del suolo e del dissesto idrogeologico per il quale è necessario e urgente un intervento straordinario dello Stato e della Regione altrimenti il nostro territorio rischia di spappolarsi".Secondo Oliverio è necessario consentire alle Province di dotarsi di strutture tecniche adeguate per la prevenzione e per gli interventi relativi alla difesa del suolo.

Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, recuperata una vittima
Maltempo
Valanga su hotel, circa 30 dispersi: "Diversi i morti"
Maltempo
Valanga su hotel, vigili fuoco: distrutto, parti non esistono più
Maltempo
Prot. Civile: due le vittime accertate all'Hotel Rigopiano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale