lunedì 20 febbraio | 02:40
pubblicato il 30/giu/2013 14:24

Malika Ayane in Marocco per sostenere i progetti di Oxfam Italia

L'artista di origini marocchine alla 'riscoperta' del Paese

Malika Ayane in Marocco per sostenere i progetti di Oxfam Italia

Roma, (askanews) - Malika Ayane diventa testimonial di Oxfam Italia, organizzazione non governativa impegnata nella lotta alla povertà e all'ingiustizia, e visita il Marocco alla scoperta dei progetti e delle attività della Ong nel paese africano.In queste terre Oxfam opera per sostenere lo sviluppo economico locale promuovendo le produzioni agricole e artigianali tradizionali, rafforzando soprattutto le capacità delle donne e salvaguardando la biodiversità. Malika Ayane, di padre marocchino, torna così nella sua terra d'origine dove ha incontrato le donne della cooperativa Tighadouine. Malika a Baknou ha inoltre visto il presidente di una associazione di tessitura Kounouz. Il suo sogno, che Oxfam aiuterà a realizzare, è avere un pulmino per recarsi al mercato e vendere i coloratissimi tappeti tessuti dalle donne locali.In Marocco Oxfam Italia appoggia anche le coltivatrici di finocchio selvatico a Gourrama, i produttori di mandorle di Amellagou, e le donne dell'area rurale della regione di Mekness-Tafilalt nell'estrazione di olii essenziali a partire da piante aromatiche e medicinali.

Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia