sabato 25 febbraio | 20:16
pubblicato il 25/feb/2013 12:50

Malattie Rare: Iss, in Italia 107.837 casi. 504 le patologie

Malattie Rare: Iss, in Italia 107.837 casi. 504 le patologie

(ASCA) - Roma, 25 feb - Sono 107.837 i casi di malattia rara segnalati nel nostro Paese al 30 Giugno 2012. Le malattie segnalate al registro Nazionale Malattie Rare sono 504. Sono i dati che vengono illustrati oggi all'Istituto Superiore di Sanita', in occasione del Convegno nazionale ''Il Registro Nazionale e i Registri Regionali ed Interregionali delle Malattie Rare'', organizzato dal Centro Nazionale Malattie Rare in attesa della prossima pubblicazione integrale del Rapporto. Il Convegno permette di fare il punto sui registri, gli strumenti che permettono la programmazione nazionale e regionale degli interventi sanitari e lo svolgimento delle attivita' di sorveglianza per le malattie rare.

''Il sistema di sorveglianza - commenta Domenica Taruscio, Direttore del Centro Nazionale Malattie Rare - sta migliorando di anno in anno. In particolare, tra il 2011 e il 2012 sono aumentati significativamente i dati sia in termini di qualita', che significa completezza e accuratezza, sia in termini di copertura''. Il Registro Nazionale delle Malattie Rare e' stato istituito all'Istituto Superiore di Sanita' dal Decreto Ministeriale 279/2001 (articolo 3) e ha avuto successive implementazioni mediante gli Accordi Stato-Regioni del 2002 e 2007. Esso permette di stimare la prevalenza e l'incidenza delle diverse malattie rare, di caratterizzarne la distribuzione sul territorio e, funzioni di rilevante importanza, di stimare la migrazione sanitaria dei pazienti e di stimare il ritardo diagnostico. ''Il sistema e' unico nel suo genere nel panorama europeo e internazionale - aggiunge il Direttore del CNMR - e costituisce un prezioso ed articolato strumento per intraprendere decisioni di sanita' pubblica e per stimolare ricerche scientifiche nell'ambito delle malattie rare. Il Registro, infatti, e' finalizzato a produrre evidenze epidemiologiche a supporto dell'aggiornamento dei Livelli essenziali di assistenza, oltre che delle politiche e della programmazione nazionale''. Tra gli obiettivi della giornata di lavoro all'ISS vi e' quello di rafforzare l'implementazione del Registro Nazionale Malattie Rare svolgendo un'azione formativa sugli operatori socio-sanitari che sono attivi sul territorio. Inoltre, si mira a definire le dimensioni dei problemi legati alle malattie rare e a supportare la ricerca clinica in questo settore, cosi' come previsto dall'importante D.M. 279/2001.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
Terrorismo
Isis, espulsi 2 tunisini: uno era tra i contatti di Amri
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech