sabato 10 dicembre | 10:32
pubblicato il 27/set/2012 08:12

Mafia/Trapani, sequestro da 25 milioni a uomo di Messina Denaro

L'imprenditore citato nei pizzini dei boss Lo Piccolo

Mafia/Trapani, sequestro da 25 milioni a uomo di Messina Denaro

Palermo, 27 set. (askanews) - Beni per un valore di 25 milioni di euro sono stati sequestrati dal tribunale di Trapani nei confronti dell'imprenditore 66enne Vito Tarantolo, ritenuto vicino al boss Matteo Messina Denaro. Tarantolo è stato secondo coinvolto in numerose indagini giudiziarie, sin dalla fine degli anni '80, e il suo nome fu ritrovato nei pizzini che la primula rossa di Castelvetrano spedì ai boss Lo Piccolo. I sigilli sono scattati per 82 immobili, 33 tra auto, furgoni, mezzi meccanici, capitali sociali e i complessi aziendali di tre imprese, 18 quote societarie, 37 tra conti correnti e rapporti bancari di altra natura, 2 società sottoposte ad amministrazione giudiziaria.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Immigrati
Papa: nel presepe rivediamo dramma dei migranti sui barconi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina