lunedì 27 febbraio | 01:13
pubblicato il 26/giu/2012 08:47

Mafia/Operazione nell'Agrigentino, decapitata cupola provinciale

In manette Leo Sutera, professore chimica vicino a Messina Denaro

Mafia/Operazione nell'Agrigentino, decapitata cupola provinciale

Palermo, 26 giu. (askanews) - La maxi operazione di polizia che stamattina ha portato all'arresto di 49 persone nell'Agrigentino ha decapitato i presunti nuovi vertici dell'organizzazione dopo gli arresti eccellenti degli anni scorsi. In manette sono finiti Leo Sutera, professore di chimica, indicato come uovo vicino alla primula rossa Matteo Messina Denaro, e vertice provinciale della "cupola" agrigentina; Fabrizio Messina, fratello dell'ex capomafia Gerlandino, arrestato l'anno scorso; alcuni imprenditori, tra i quali l'empedoclino Alfonso Tuttolomondo, e il palmese Francesco Ribisi. L'operazione, inoltre, ha portato all'arresto dell'agente penitenziario Rosario Bellavia. Per gli arrestati, le accuse sono a vario titolo di associazione mafiosa, estorsione e detenzione di armi. I provvedimenti sono stati emessi disposti del procuratore aggiunto della Dda di Palermo Vittorio Teresi e dai sostituti Emanuele Ravaglioli e Rita Fulantelli.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech