giovedì 23 febbraio | 20:03
pubblicato il 21/ott/2011 11:29

Mafia, Vizzini: Senato dia ok per uso intercettazioni

Senatore Pdl coinvolto in inchiesta su presunte tangenti

Mafia, Vizzini: Senato dia ok per uso intercettazioni

Il Senato dia il via libera al Gip di Palermo all'uso delle intercettazioni che mi riguardano. A chiederlo ufficialmente davanti alla stampa a Palermo è Carlo Vizzini, Pdl, presidente della commissione Affari Costituzionali coinvolto in un'inchiesta su presunte tangenti alla società Gas, che faceva capo a Vito Ciancimino, ex sindaco mafioso di Palermo. Le intercettazioni riguardano i colloqui tra il senatore e il tributarista Gianni Lapis, prestanome della famiglia Ciancimino.Vizzini respinge ogni addebito e riguardo ai rapporti con Lapis spiega di averlo conosciuto all'Università, quando erano colleghi. "Insegnavamo insieme - ha detto - ed è stato il mio consulente tributario".

Gli articoli più letti
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Milano
Dopo le palme in piazza Duomo a Milano arrivano i banani
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech