lunedì 20 febbraio | 05:11
pubblicato il 07/mar/2013 12:00

Mafia/ Trattativa, oggi camera di consiglio per rinvii giudizio

Il gup Morosini dovrà decidere sulle sorti di dieci imputati

Mafia/ Trattativa, oggi camera di consiglio per rinvii giudizio

Palermo, 7 mar. (askanews) - Il gup di Palermo Piergiorgio Morosini si ritirerà stamani in camera di consiglio per decidere sul rinvio a giudizio dei dieci imputati nel processo sulla trattativa Stato-mafia. Alla sbarra, per una delle pagine più oscure della storia del Paese, all'indomani della stagione stragista tra il 1992 e il 1994, sono i mafiosi Totò Riina, Antonino Cinà, Leoluca Bagarella e Giovanni Brusca; il figlio dell'ex sindaco mafioso di Palermo, Massimo Ciancimino; gli ex ufficiali dell'Arma, Antonio Subranni, Mario Mori e Giuseppe De Donno; l'ex senatore del Pdl Marcello Dell'Utri; l'ex ministro Nicola Mancino, accusato di falsa testimonianza. Diversa invece la posizione dell'ex ministro Calogero Mannino, che ha scelto di essere giudicato secondo il rito abbreviato; e del padrino corleonese Bernardo Provenzano, la cui posizione è stata stralciata a causa delle gravi condizioni di salute che gli rendono impossibile seguire il processo. A reggere l'accusa sono i pm Nino Di Matteo, Roberto Tartaglia, Lia Sava e Francesco Del Bene.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia