martedì 21 febbraio | 04:48
pubblicato il 25/gen/2013 12:00

Mafia/ Sequetrati beni a sorella e cognato Matteo Messina Denaro

Il capo di Cosa nostra è latitante dal 1993

Mafia/ Sequetrati beni a sorella e cognato Matteo Messina Denaro

Palermo, 25 gen. (askanews) - Gli uomini della Direzione Investigativa Antimafia di Palermo e Trapani sono impegnati nel sequestro di beni riconducibili al capo di Cosa nostra, Matteo Messina Denaro. L'operazione interessa la zona del comune tranese di Castelvetrano, paese natale della "primula rossa", latitante ormai da vent'anni. Il sequestro di beni attuato dalla Dia a Castelvetrano, in provincia di Trapani, ha riguardato la sorella del boss latitante Matteo Messina Denaro, Anna Patrizia, e suo marito Vincenzo Penicola, attualmente detenuto per mafia e ritenuto organico al mandamento mafioso di Castelvetrano. Matteo Messina Denaro, considerato attuale vertice assoluto di Cosa nostra, è latitante dal 1993.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Salute
Infarto, 1 struttura sanitaria su 2 non ripetta volumi ministero
Campidoglio
Roma, Grillo a Raggi: decidete voi e non fatevi influenzare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia