mercoledì 22 febbraio | 00:45
pubblicato il 14/ago/2014 12:00

Mafia, sequestrati e confiscati beni per 6,5 milioni a Agrigento

Nel mirino i patrimoni del boss Falsone e due imprenditori

Mafia, sequestrati e confiscati beni per 6,5 milioni a Agrigento

Palermo, 14 ago. (askanews) - La Direzione Investigativa Antimafia di Agrigento ha sequestrato e confiscato beni per un valore complessivo di 6,5 milioni e mezzo di euro. I provvedimenti, tre di sequestro ed uno di confisca, sono stati emessi dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Agrigento, ed hanno riguardato i beni riconducibili ai boss Giuseppe Falsone e Giuseppe Capizzi; e agli imprenditori Giovanni Marino e Ferdinando Bonanno, quest'ultimo deceduto lo scorso marzo. Tra i beni interessati dal provvedimento figurano un'impresa individuale destinata alla coltivazione di cereali ed all'allevamento di animali, con 347 capi di bestiame; 13 fabbricati ed un terreno agricolo; quote sociali di una società edile; un'auto; un'impresa di colture miste viticole, olivicole e frutticole, e due terreni siti in provincia di Agrigento; 27 rapporti bancari.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Roma
Fiumicino "si offre" per stadio Roma: 'Qui tutto ciò che serve'
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione Ros contro cosca Piromalli: 12 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia