domenica 11 dicembre | 02:10
pubblicato il 09/gen/2015 13:08

Mafia, Provenzano resta al 41bis. Suo legale annuncia ricorso

L'intervista con Rosalba Di Gregorio, l'avvocato del "Padrino"

Mafia, Provenzano resta al 41bis. Suo legale annuncia ricorso

Palermo (askanews) - Bernardo Provenzano deve restare al 41 bis. A deciderlo è stato il Tribunale di sorveglianza di Roma che ha respinto la richiesta del legale del padrino, Rosalba Di Gregorio, di revocare il regime di carcere duro alla luce delle condizioni fisiche dell'ex capo corleonese.

"La ratio del 41bis - ha spiegato Di Gregorio - viene giustificata da esigenze di ordine pubblico e dall'impossibilità di mantenenre i rapporti tra il soggetto detenuto e l'esterno - ha detto Di Gregorio -. Visto che in questo caso Provenzano non è capace d'intendere e di volere, evidentemente in queste condizioni non si ritiene che possa veicolare alcunchè. Anche se emette suoni, essi non sono comprensibili. Dunque non c'è motivo di un regime differenziato".

L'avvocato Di Gregorio ha parlato di gravi violazioni dei diritti umani e ha già annunciato ricorso in Cassazione.

Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina