domenica 04 dicembre | 03:45
pubblicato il 23/apr/2011 17:48

Mafia/ Parma, gip conferma il fermo. Ciancimino resta in cacere

Figlio ex sindaco Palermo è accusato di calunnia aggravata

Mafia/ Parma, gip conferma il fermo. Ciancimino resta in cacere

Palermo, 23 apr. (askanews) - Massimo Ciancimino resta in carcere. Il gip di Parma, infatti, ha deciso la convalida del fermo disposto dalla procura di Palermo nei confronti del figlio dell'ex sindaco del capoluogo siciliano, rinchiuso da due giorni nel carcere della città emiliana con l'accusa di calunnia aggravata. A mettere nei guai Massimo Ciancimino, in passato già condannato per riciclaggio, è stato un documento consegnato ai magistrati siciliani che indagano sulla presunta trattativa tra Stato e mafia all'indomani della stagione stragista, che secondo le perizie della polizia scientifica sarebbe stato falsificato apponendo ad arte il nome dell'ex capo della polizia Gianni De Gennaro. Un'accusa che ieri Ciancimino jr, interrogato per diverse ore nel carcere di Parma con il procuratore aggiunto Antonio Ingroia e i sostituti Nino Di Matteo e Paolo Guido, ha respinto.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari