domenica 04 dicembre | 07:24
pubblicato il 21/nov/2011 10:52

Mafia, parlano le figlie di Sebastiano Bosio: papà fu isolato

Il medico ucciso a Palermo perchè si oppose a Cosa Nostra

Mafia, parlano le figlie di Sebastiano Bosio: papà fu isolato

Sono passati trent'anni dal 6 novembre 1981, quando il professor Sebastiano Bosio, primario di Chirurgia Vascolare all'ospedale Civico, fu ucciso con quattro colpi di pistola in centro a Palermo. Un omicidio di Cosa nostra per punire un uomo che non riservava un trattamento particolare ai mafiosi, e sul quale non è stata fatta luce. A rompere il silenzio sono le figlie del medico, Liliana e Silvia, che alla vigilia del processo per l'omicidio, raccontano gli ultimi giorni prima della tragedia.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari