venerdì 24 febbraio | 07:52
pubblicato il 22/apr/2011 19:51

Mafia/ Palermo, ritrovati candelotti esplosivo a casa Ciancimino

Figlio ex sindaco nega d'aver falsificato documento su De Gennaro

Mafia/ Palermo, ritrovati candelotti esplosivo a casa Ciancimino

Palermo, 22 apr. (askanews) - Erano nascosti nel giardino della sua abitazione palermitana in via Torrearsa, in pieno centro, i candelotti di dinamite citati da Massimo Ciancimino nel corso dell'interrogatorio tenuto questo pomeriggio nel carcere di Parma davanti ai pm Antonio Ingroia, Nino Di Matteo e Paolo Guido. Il figlio dell'ex sindaco di Palermo, in cella da ieri mattina con l'accusa di calunnia aggravata, ha raccontato di aver ricevuto il pacco con l'esplosivo pochi giorni fa, ma di non aver voluto allarmare i suoi familiari denunciando l'episodio. Uscendo dal carcere di Parma, l'avvocato di Massimo Ciancimino, Francesca Russo, ha parlato della difficile condizione in cui si trova il suo assistito, che ha negato d'aver falsificato il documento consegnato ai magistrati che indagano sulla presunta trattativa tra Stato e mafia, in cui sarebbe stato apposto artificialmente il nome dell'ex capo della polizia Gianni De Gennaro.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Berlusconi
Berlusconi a pm: minacce da olgettina, voleva 1 mln per tacere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech