mercoledì 22 febbraio | 01:23
pubblicato il 29/nov/2012 21:58

Mafia/ Palermo, dopo 34 anni fatta luce su omicidio Di Bona

A ordinare la morte del maresciallo fu il boss Rosario Riccobono

Palermo, 13 dic. (askanews) - Ad ordinare la morte del maresciallo Calogero di Bona, nel 1979, fu il capo mandamento di Tommaso Natale Rosario Riccobono. La Direzione Investigativa Antimafia di Palermo ha messo in luce dopo oltre trent'anni, infatti, i lati oscuri dell'omicidio del vice comandante degli agenti di custodia del carcere Ucciardone di Palermo, individuando mandanti ed esecutori di quel delitto. L'attività investigativa, coordinata dalla locale Dda, ha permesso di raccogliere, nonostante il lungo tempo trascorso, elementi probatori convergenti ed inequivoci nei confronti del capo mafia Salvatore Lo Piccolo, e del boss Salvatore Liga. Il cadavere di Di Bona, come quello di numerose altre vittime di mafia, dopo essere stato strangolato, fu dato alle fiamme. Riccobono, classe 1929, successivamente al delitto scomparve per lupara bianca. Una sorte che colpì altri uomini d'onore che ebbero un ruolo nella progettazione ed esecuzione dell'omicidio Di Bona.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Roma
Fiumicino "si offre" per stadio Roma: 'Qui tutto ciò che serve'
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione Ros contro cosca Piromalli: 12 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia