sabato 21 gennaio | 12:21
pubblicato il 18/dic/2013 14:23

Mafia: nel 2013 sequestri Dia per 1,3 mld euro e confische per 2,7 mld

Mafia: nel 2013 sequestri Dia per 1,3 mld euro e confische per 2,7 mld

(ASCA) - Roma, 18 dic - Nel 2013 ammontano a 1,3 miliardi di euro i sequestri effettuati dalla Direzione investigtiva antimafia (Dia) e a oltre 2,7 miliardi di euro le confische. Sono i dati riferiti questa mattina a Montecitorio nel corso della presentazione dell'attivita' annuale della Dia, alla presenza del presidente della Camera, Laura Boldrini, del presidente della commissione Antimafia europea, Sonia Alfano, del rpesidente della Commmissione parlamentare d'inchiesta sul fenomeno delle mafie, Rosy Bindi, del capo della polizia, Alessandro Pansa e del procuratore nazionale Antimafia, Franco Roberti. I risultati raggiunti fanno del 2013 ''un anno record'' - come ha indicato il direttore della Dia, Arturo De Felice - frutto dell'applicazione congiunta di quanto gia' previsto dal codice penale e dal nuovo codice antimafia (decreto legislativo 159/2011 e decreto legge 306/1992). Anche se ''sul piano normativo e' necessario semplificare e rivedere le procedure di confisca per facilitare il riutilizzo dei beni'', come ha osservato Boldrini. Nello specifico, del totale dei beni confiscati ai sensi di entrambi gli ambiti normativi citati, oltre 2,3 miliardi di euro sono stati privati alla criminalita' organizzata siciliana (cosa nostra), oltre 149 milioni a quella campana (camorra), oltre 195 mln a quella calabrese ('ndrangheta), poco piu' di 2,7 mln alla criminalita' pugliese e 34,5 mln ad altre organizzazioni. Sul fronte dei sequestri, invece, cosa nostra e' stata colpita per 146 mln, la camorra per 311,6 mln, la 'ndrangheta per 807 milioni, la criminalita' pugliese per poco piu' di 3 mln e, infine, le altre organizzazioni per oltre 35,5 milioni. ''La mafia - ha sottolineato Boldrini - si combatte aggredendone i patrimoni. La mafia, infatti - ha proseguito - si nutre di simboli e sottrarle beni per farne presidi di legalita', trasformando le ville sequestrate in caserme o destinando i terreni a coltivazioni biologiche, ha un grande valore simbolico'', ha concluso il presidente della camera. stt/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Hotel Rigopiano, estratte mamma e bimbo: in ospedale, stanno bene
Maltempo
Rigopiano, Vigili fuoco: trovati 10 superstiti, 5 già ricoverati
Incidenti stradali
Schianto bus ungherese, a bordo 15-16enni in gita in Francia
Maltempo
Maltempo, vigili fuoco: in contatto con una donna e due bambini
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4