sabato 25 febbraio | 21:36
pubblicato il 18/dic/2013 14:23

Mafia: nel 2013 sequestri Dia per 1,3 mld euro e confische per 2,7 mld

Mafia: nel 2013 sequestri Dia per 1,3 mld euro e confische per 2,7 mld

(ASCA) - Roma, 18 dic - Nel 2013 ammontano a 1,3 miliardi di euro i sequestri effettuati dalla Direzione investigtiva antimafia (Dia) e a oltre 2,7 miliardi di euro le confische. Sono i dati riferiti questa mattina a Montecitorio nel corso della presentazione dell'attivita' annuale della Dia, alla presenza del presidente della Camera, Laura Boldrini, del presidente della commissione Antimafia europea, Sonia Alfano, del rpesidente della Commmissione parlamentare d'inchiesta sul fenomeno delle mafie, Rosy Bindi, del capo della polizia, Alessandro Pansa e del procuratore nazionale Antimafia, Franco Roberti. I risultati raggiunti fanno del 2013 ''un anno record'' - come ha indicato il direttore della Dia, Arturo De Felice - frutto dell'applicazione congiunta di quanto gia' previsto dal codice penale e dal nuovo codice antimafia (decreto legislativo 159/2011 e decreto legge 306/1992). Anche se ''sul piano normativo e' necessario semplificare e rivedere le procedure di confisca per facilitare il riutilizzo dei beni'', come ha osservato Boldrini. Nello specifico, del totale dei beni confiscati ai sensi di entrambi gli ambiti normativi citati, oltre 2,3 miliardi di euro sono stati privati alla criminalita' organizzata siciliana (cosa nostra), oltre 149 milioni a quella campana (camorra), oltre 195 mln a quella calabrese ('ndrangheta), poco piu' di 2,7 mln alla criminalita' pugliese e 34,5 mln ad altre organizzazioni. Sul fronte dei sequestri, invece, cosa nostra e' stata colpita per 146 mln, la camorra per 311,6 mln, la 'ndrangheta per 807 milioni, la criminalita' pugliese per poco piu' di 3 mln e, infine, le altre organizzazioni per oltre 35,5 milioni. ''La mafia - ha sottolineato Boldrini - si combatte aggredendone i patrimoni. La mafia, infatti - ha proseguito - si nutre di simboli e sottrarle beni per farne presidi di legalita', trasformando le ville sequestrate in caserme o destinando i terreni a coltivazioni biologiche, ha un grande valore simbolico'', ha concluso il presidente della camera. stt/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
Terrorismo
Isis, espulsi 2 tunisini: uno era tra i contatti di Amri
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Roma
Spari davanti a discoteca di Roma: un fermato e un denunciato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech